Baccin: "Rinnovi Inzaghi-Lautaro? Nessun problema. Bento piace, sogno il nuovo Zanetti"

inter

Il vicedirettore sportivo dell’Inter ha parlato a Sky Sport affrontando diversi temi, su tutti il mercato in Sudamerica: "Stiamo seguendo Bento che tra i portieri giovani è uno dei profili più interessanti. In passato abbiamo trattato Julian Alvarez e Retegui". Poi sui rinnovi di Lautaro, Barella e Inzaghi: "Si parte da un rapporto solido e da volontà comuni, andremo avanti tutti contenti"

INTER-LAZIO LIVE

Il mercato, la strategia sui giovani, i rinnovi dei big e il rapporto con Simone Inzaghi. Tanti gli argomenti affrontati da Dario Baccin, vicedirettore sportivo dell’Inter, ai microfoni di Sky Sport. "Ho la fortuna di conoscere Simone da oltre dieci anni, quando lui allenava le giovanili della Lazio e io ero a Palermo. Non ha mai perso l’umiltà che l’ha sempre contraddistinto, è una persona perbene, un buono ma allo stesso tempo deciso", dice dell’attuale allenatore. Poi aggiunge: "Inzaghi ha una passione smisurata per il lavoro e per il mondo del calcio, ma anche una conoscenza maniacale di tutti quelli che sono gli aspetti del calcio. Con lui e il suo staff abbiamo fatto un percorso importante, anche tra le difficoltà, siamo riusciti a restare uniti e raggiungere risultati molto importanti".

inzaghi_inter_sky

leggi anche

Inzaghi: "Il rinnovo dopo l'ultima di campionato"

"Sudamerica ricco di talenti, ma non abbiamo agevolazioni…"

Su come si muove la società sul mercato e sull’organizzazione del lavoro: "Abbiamo una struttura di osservatori coordinati da Piero (Ausilio, ndr) e da me. Seguiamo moltissimo tutti i campionati del mondo sia in video sia live. Abbiamo una rete molto fitta di conoscenze che ci permettono spesso di avere segnalazioni in anticipo rispetto ad altri. Poi non sempre si riesce a chiudere le operazioni, ma cerchiamo di essere quanto più possibile presente in tutto il mondo". Poi aggiunge: "Il Sudamerica è sempre ricco di giocatori interessanti, in questo periodo Brasile, Argentina, Uruguay ed Ecuador hanno ricominciato a fornire giocatori validi, ma questi Paesi si sono anche strutturati con nuove agenzie di procuratori, è molto più complicato andare là e acquistare con prezzi competitivi. Le inglesi e le tedesche si muovono con grande anticipo grazie anche alle agevolazioni sugli extracomunitari e riescono a prendere giocatori molto giovani per noi inarrivabili al momento. Ma continuiamo a perlustrare quella zona perché siamo convinti che si può fare qualcosa di buono".

Inter Milan’s Hakan Calhanoglu (L) jubilates with his teammate Lautaro Martinez after scoring goal of 2 to 0 during the Italian serie A soccer match between Fc Inter  and Torino at  Giuseppe Meazza stadium in Milan, 28 April 2024.
ANSA / MATTEO BAZZI

approfondimento

I giocatori con il miglior rendimento in stagione

"In passato abbiamo seguito Retegui e Julian Alvarez"

Tra i talenti sudamericani seguiti in passato ci sono anche Retegui e Julian Alvarez, oggi al Genoa e al City. "Li abbiamo seguiti, non lo nascondo, anche in maniera approfondita ma per portare al termine un’operazione tanti parametri devono coincidere in quel momento, ma anche la possibilità di poterli inserire in organico. Loro ci piacevano ma per una serie di questioni non è poi stato possibile portarli a Milano come altri. Ma siamo felici di quelli che abbiamo". Chi è invece arrivato in nerazzurro è il difensore tedesco Bisseck: "Era in una short-list che attraverso la nostra struttura avevamo individuato. L’abbiamo visto da vicino all’Europeo under21 e ci siamo convinti ad andare diritti su di lui. È giovane e compatibile con le nostre possibilità e il suo impatto ci ha colpito, siamo davvero contenti di quanto sta facendo". 

champions_cover_getty

leggi anche

Tutte le qualificate alla prossima Super Champions

"Thuram ci ha scelti, lo seguivano in quattro…"

Altro colpo nerazzurro protagonista dello scudetto è Marcus Thuram, arrivato a parametro zero la scorsa estate: "Bisogna tornare alla sinergia tra noi dirigenti. Colpisce il fatto che avessimo il pensiero comune sulle sue caratteristiche avendolo già sfidato contro il Borussia Mönchengladbach. Eravamo tutti convinti che potesse giocare in un ruolo diverso da quello in cui era impiegato. Purtroppo s’era fatto male quando avevamo pensato di prenderlo la prima volta, ma siamo felici del fatto che Marcus ci abbia scelti, c’erano tre o quattro squadre su di lui". Sui giovani in Primavera e quelli in prestito: "Voglio fare i complimenti alla Primavera, a Chivu e al suo staff. C’è un buon talento e buone potenzialità, il percorso per portarli in prima squadra non è semplice ma siamo convinti che ci sia del potenziale importante come negli scorsi anni. Satriano, Zanotti, i fratelli Esposito, Stankovic i Carboni, li stiamo seguendo nel loro percorso, anche Zhang è molto attento a questi aspetti. L’obiettivo è di averne quanto più possibile tra questi formati nel club all’interno della prima squadra".

hero_coppie_gol_assist_serie_a_speciale_inter

approfondimento

In pochi come la ThuLa negli ultimi 35 anni

"Sogno di prendere il nuovo Zanetti. Bento…"

Baccin parla anche del suo sogno di mercato e di un possibile nuovo arrivo in porta: "L’operazione di cui vado più fiero? Spero che possa essere la prossima. Un sogno? Penso quella di andare a prendere il nuovo Zanetti che possa vestire la nostra maglia dai 16 anni per tutta la carriera"

"Stiamo valutando Bento"

"Bento? Siamo contenti dei portieri in organico, pensando al futuro lui è uno di quelli che stiamo valutando - ammette Baccin -. Si sta valutando moltissimo con la convocazione in nazionale brasiliana, ma anche se è prematuro parlare approfonditamente di lui, si tratta di uno dei due-tre giovani di prospettiva che seguiamo con attenzione". 

Bento_Inter_calciomercato

approfondimento

Bento: "L'Inter? Sogno nelle mani del presidente"

"Volontà reciproca di prolungare con Lautaro, Barella e Inzaghi"

Infine sulla questione rinnovi Lautaro, Barella e Inzaghi: "Stiamo lavorando, con tutti c’è la volontà reciproca di andare avanti. Ovviamente ci sono dei numeri da sistemare ma quando si parte da un rapporto così solido e da volontà comuni, problemi non ce ne saranno. Per ognuno di loro c’è un tempo prestabilito ma credo che si andrà avanti con tutti molto contenti". 

ausilio_ipa

approfondimento

Ausilio: "Rinnovo Lautaro? C'è volontà, no fretta"