Ternana, Liverani ci crede: "Adesso non si può più sbagliare"

Serie B
fabio_liverani_2_lapresse

Prima della sfida con la Spal, l'allenatore degli umbri ha parlato in conferenza presentando la prossima sfida: "Ci siamo, sono gli ultimi 180' della stagione e non possiamo più permetterci di commettere degli errori"

Ciò che un mese fa sembrava impensabile ora non lo è più. Merito della Ternana e di Fabio Liverani, bravo ad aver preso una squadra sull'orlo del baratro e ad averla riportata a lottare per non retrocedere: "Ora non possiamo più sbagliare". Manca poco ormai, la prossima tappa è al "Liberati" contro la Spal, squadra a cui basta una vittoria per salire in Serie A: "Hanno tutte le caratteristiche per meritarsi la promozione". Queste le parole in conferenza.

"Non possiamo più sbagliare"

"Ci siamo - dice Liverani - sono gli ultimi 180 minuti della stagione. Sbagliare non  più possibile. I ragazzi hanno lavorato bene. Abbiamo fatto una settimana come le ultime. I ragazzi hanno alternato momenti di fatica con momenti di relax". Su Falletti: "E' pienamente recuperato". Capitolo su Defendi: "Sta con noi in ritiro e fino all'ultimo decideremo se ci sarà o meno. E' una decisione che prenderò alla fine sentendo anche il giocatore. Ha dolore". Poi sulla Spal: "Hanno tutte le caratteristiche per meritarsi la serie A nella quale andranno senza problemi. Se prendiamo la stagione della Spal e della Ternana ci viene voglia di restare a casa. Ma nei 90 minuti possiamo giocarcela. Nell'arco del campionato il campo ha detto che tra noi e loro ci sono tante differenze. Se noi oggi siamo qui a parlare di una possibilità vuol dire che abbiamo fatto qualcosa d'importante ma ci manca qualcosa per fare lo straordinario. Che vuol dire giocare alla pari con una squadra che ha ucciso il campionato". Conclude Liverani, sulla prossima sfida: "Dobbiamo far sì che la differenza non si veda in campo".

Stadio esaurito, tutto pieno

"Non sono emozionato. Sono contento e felice per aver riportato insieme ai ragazzi tanta gente allo stadio. Era uno degli obiettivi che ci eravamo prefissati giocando contro il Trapani in uno stadio vuoto". Missione compiuta per la Ternana: "Ne abbiamo parlato con i ragazzi e oltre al sogno avevamo fissato come obiettivo riportare gente allo stadio. Oggi la squadra ha riconquistato tanta gente. Sabato uno stadio pieno spero che sia di aiuto ai giocatori. Mi auguro che ai tifosi resti un ricordo positivo della squadra. Questi ragazzi mi hanno ridato il piacere di allenare. Vedere quello che tu dai loro lo recepiscono con il sorriso, con il sudore a prescindere dai risultati è molto bello. Mi appassiona vedere questo gruppo".

Sulle parole di Coppola

Conclude Liverani, un commento sulle parole di Coppola: "Sono sempre stato schietto e sincero con la squadra su quello che volevo. E' una squadra giovane alla quale va trasferito il senso del lavoro, della fatica ma ogni tanto ha bisogno di ridere e scherzare a prescindere dal risultato. Spesso mi è capitato di farlo dopo una sconfitta che di per se è un peso per il giocatore. Fermo restando che se si perde si analizzano gli errori e ci si lavora sopra. Ma non posso fare una settimana troppo dura perché si è perso. Credo serva l'opposto".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche