Serie B, Bari-Cesena 3-0 al San Nicola: Grosso parte forte. I GOL

Serie B

Il lavoro di Fabio Grosso viene subito premiato da un prezioso risultato, il suo Bari batte in casa 3-0 il Cesena: reti di Improta, Galano e Tonucci. Ecco la classifica di Serie B dopo la prima giornata

Bari-Cesena 3-0

38' Improta, 59' Galano, 68' Tonucci

Organizzazione, volontà di giocare e passione: desiderio di stupire. Il nuovo Bari di Fabio Grosso ha deciso di partire così: a tutto gas, pieno di energia. Ospitando in casa il Cesena e lanciando un grande messaggio per questa nuova stagione di Serie B. E allora per un attimo il mercato biancorosso passa in secondo piano, in attesa di ultimare questa preziosa campagna acquisti. Sì, pensiero al campo: scaldando l’entusiasmo del popolo del San Nicola. Battendo la squadra di Camplone per 2-0. Risultato netto, veritiero. Con un gol per tempo: prima quello di Improta, poi nella ripresa la firma di Galano. Ah, il secondo fa rima con spettacolo: combinazione perfetta tra i due attaccanti, doppio triangolo e palla in rete. Show. E poi il 3-0, roba di Tonucci: colpo di tacco pieno di istinto dal centro dell’area di rigore. Chissà, magari voleva solo far filtrare il pallone per un compagno: ma l’intenzione viene premiata anche dalla fortuna.

La partita

Bene, il suo Bari attacca e convince: ma lui rimane impassibile. Concentratissimo. Il soggetto? Fabio Grosso, all’esordio in Serie B. “Play off o promozione? Non mi piace regalare parole inutili, amo solo lavorare”, aveva detto il campione del mondo prima della partita. Detto, fatto. Questione di mentalità. Carattere da vincente. E allora il suo Bari scende in campo bello sul pezzo, su ogni pallone. Anche se la prima occasione è del Cesena:  cross in area dalla destra di Kupisz, ma Panico con la testa manca lo specchio della porta. Questo, però, è il sussulto che sveglia i padroni di casa. Che attaccano, premono e divertono.

 

Col piede giusto

Il percorso, per ora, è netto. Ovviamente parliamo del Bari. Protagonista di un ottimo inzio di stagione. Dalla doppia vittoria in Coppa Italia contro Cremonese e Parma ai tre gol di oggi. Segnali chiari, un po' come i 18000 tifosi presenti allo stadio: pieni di passione. Il secondo tempo scorre fluido, tra cambi e gol. Con Brienza che torna in campo dopo la rottura del crociato della scorsa stagione. Lavorando in silenzio per poter recuperare. Taciturno invece Camplone, zitto per tutto il secondo tempo. Situazione e gesti emblematici. Senza contare i tre gol sbagliati da Nené: sempre presente, bravo nel far salire la squadra per tutta la partita. E poi Improta, quasi perfetto. In un Bari nel segno di Grosso, pieno di ambizione e concretezza.

La regola di Grosso

Volontà di un campione del mondo. Questione di atteggiamento. Disciplina. Perché l'allenatore del Bari, nel post partita, parla con calma ma tanto razionalità. Non si accontenta. "Dovremo essere bravi a continuare su questa strada". Dritto al punto, sì, ma step by step. Con gli occhi lucidi e carichi di soddisfazione. "Siamo stati bravi, abbiamo fatto la partita che volevamo fare. Però, nel primo tempo, ci sono stati tanti errori: colpa della fretta. Questa è un’ottima partenza. Questa non era la mia partita, era la nostra: stiamo crescendo. La base è stata ottima. Al Cesena piace palleggiare, non era facile. All’inizio tanta fatica, non avevamo le misure. Dovremo essere bravissimi a mantenere l’equilibrio". Con freddezza, come nel corso della partita, ma con una passione degna di questa piazza. Davanti a 1800 mila innamorati del Bari.  

 

Il rammarico di Camplone

La morale è una: testa alla prossima partita. In casa contro il Venezia. E magari con un atteggiamento diverso. Parola dell'allenatore del Cesena nel post partita di Sky Sport: "Questa Serie B non è come quella dell’anno scorso. Ora andiamo avanti per la nostra strada. E il mercato? Non credo partirà nessuno, magari arriverà qualche nuovo giocatore. Ma noi, ad ogni modo, dobbiamo cambiare atteggiamento. Serve più corsa e cattiveria. Questa sconfitta forse ci farà bene. Pensiamo già alla prossima partita".

I più letti