Perugia, stop per Del Prete e Belmonte

Serie B

Il Perugia ha diramato il report medico relativo a Lorenzo Del Prete e Nicola Belmonte, sottolineando come il primo abbia riportato una lesione muscolare di media entità a carico del muscolo vasto laterale della coscia destra

La sconfitta ottenuta nell’ultimo turno contro il Foggia non ha lasciato in eredità al Perugia solo la delusione del ko, ma ha costretto Giunti a fare i conti con gli infortuni di Lorenzo Del Prete e Nicola Belmonte. I due giocatori sono usciti malconci dal confronto con i rossoneri, riportando guai fisici che verranno valutati nei prossimi giorni. Situazione complicata soprattutto per Del Prete, il quale dovrà fermarsi ai box per una lesione al vasto laterale della coscia destra. Questo il report medico pubblicato dal Perugia sul proprio sito ufficiale: "Gli accertamenti strumentali a cui è stato sottoposto Lorenzo Del Prete hanno evidenziato una lesione muscolare di media entità a carico del muscolo vasto laterale della coscia destra. L’ evoluzione della lesione sarà monitorata con controlli clinici giornalieri e con un nuovo controllo strumentale nella prossima settimana. Lavoro in palestra specifico per Yanik Frick, mentre lavoro differenziato per Nicola Belmonte per un trauma contusivo alla coscia destra".

La spinta di Santopadre

Il presidente del Perugia ci ha messo la faccia per spiegare questo periodo complicato della propria squadra, confermando inoltre la fiducia all’allenatore: "Gli allenatori non saranno esonerati da me solo per i risultati, guardiamo anche il lavoro settimanale. Giunti sta dimostrando di essere un allenatore molto capace e non sta rischiando niente almeno per il momento. Nel lavoro in campo sta facendo bene, deve migliorare un po’ fuori dal campo. Io lo proteggo perchè se lo è meritato. Poi questo non significa che non potrà mai essere messo in discussione. E’ giusto che in questo momento veniamo criticati, stiamo facendo di tutto per sovvertire questo momento. Fino ad ora non ci siamo riusciti. Dobbiamo ripartire. Le prossime tre partite in otto giorno non sono decisive per il futuro di Giunti, ma per il futuro del Perugia. Dobbiamo fare punti".

I più letti