Cesena-Pescara 4-2, Castori aggancia Zeman. Gol e highlights

Serie B

Al Manuzzi i padroni di casa battono la squadra di Zeman dopo una serie di rimonte e controrimonte che si consuma nella ripresa. Castori azzecca i cambi e aggancia il Pescara a quota 21 punti

CLICCA QUI PER RIVIVERE CESENA-PESCARA

SERIE B, RISULTATI E CLASSIFICA

CESENA-PESCARA 4-2

62' Benali (P), 72' Jallow (C), 76' Pettinari (P), 81' aut. Brugman (P), 87' Moncini (C), 95' Donkor (C)

Entrambi reduci da un 3-3 che ha lasciato qualche rammarico nell’ultimo turno, Cesena e Pescara tornano in campo allo Stadio Manuzzi per cercare di tornare al successo. Tre sono i punti di distanza tra le due squadre - con quella di Zeman a quota 21 e i bianconeri fermi a 18 prima del fischio d’inizio - entrambe con parecchi problemi a gestire le partite e a conservare il vantaggio. Come contro la Ternana, per due volte la squadra abruzzese passa in vantaggio ma si fa raggiungere e superare, in una gara vivace ed emozionante che ha visto i portieri protagonisti nella prima frazione e moltissime occasioni create da entrambe le formazioni soprattutto nei minuti finali.

Portieri protagonisti

La squadra di Zeman si presenta a Cesena senza 11 assenti per problemi fisici e con lo squalificato Perrotta, la squadra di Fabrizio Castori vuole invece cancellare le polemiche e gli strascichi della partita di Frosinone per ritrovare serenità e risultati. La gara inizia con il Pescara che prova a proporsi subito in avanti ma dopo appena due minuti è la squadra di casa che colpisce il palo con Dalmonte: nonostante l’errore della difesa abruzzese, il Cesena non riesce a trovare il vantaggio e ci riprova poco dopo con Jallow, che prima prova a sorprendere Fiorillo con un tiro-cross, poi trova l’opposizione di Fornasier. Dopo un quarto d’ora chiuso dietro il Pescara cerca di farsi vedere ma in uno dei tanti ribaltamenti di fronte visti nei primi minuti della gara è sempre il giocatore del Gambia a impegnare ancora Fiorillo con un tiro potente di destro dal limite dell’area piccola. Molto bravo il portiere di Zeman che riesce a mantenere il risultato sullo 0-0. Ci prova poi anche Brugman da lontanissimo - senza successo - poi al 34’ ancora il centrocampista cerca la rete con un destro a giro da fuori aria che Fulignati è molto bravo respingere in angolo. Anche negli ultimi minuti della prima frazione di gioco gli attaccanti di Zeman continuano a scontrarsi con la solida difesa bianconera che non concede spazi e risponde attaccando appena riconquista palla. Prima del duplice fischio c’è ancora tempo per una bella giocata di Pettinari (alta sopra la traversa) e un’altra parata di Fiorillo su un assist sbagliato di Di Noia. Un primo tempo intenso e divertente in cui ad essere protagonisti sono stati soprattutto i portieri, in più occasioni bravi a mantenere il risultato in equilibrio. Parte meglio il Cesena, il Pescara esce alla distanza ma si resta sullo 0-0.

Castori azzecca i cambi

Moncini entra e decide la gara con una doppietta Sono gli stessi 22 giocatori che tornano in campo per iniziare il secondo tempo, è il Cesena a conquistare subito un angolo prima che Pettinari venga trovato da Mazzotta; il giocatore impegna seriamente ancora una volta Fulignati, protagonista di un’altra grandissima parata. Il Pescara viene fuori e prima con un’azione insistita di Benali, poi ancora con Pettinari (solo davanti al portiere) si vede negare per due volte il gol del vantaggio da uno strepitoso portiere del Cesena che sembra davvero insuperabile. Pochi minuti dopo l’infortunio di Vita - costretto a lasciare il posto a Fazzi - la squadra di Zeman però passa: crosta di Zampano dalla destra, è ancora Benali che calcia di prima intenzione e supera così Fulignati - questa volta non impeccabile. Passano pochi minuti e ci prova Laribi con una diagonale dall’interno dell’area di rigore che però termina alto. Il Cesena cerca di reagire dopo aver perso anche Di Noia per un nuovo infortunio che costringe Castori al secondo cambio della serata. Dieci minuti dopo arriva così il pareggio dei bianconeri: Zampano che regala il pallone a Jallow che tutto solo di lancia verso la porta e batte Fiorillo. La partita si accende ancora di più e il Pescara non ci sta. E’ Pettinari a riportare avanti i suoi, capace di sfruttare molto bene la palla di Brugman al volo. Dopo un’occasione di Laribi è Moncini a ristabilire l’equilibrio: il difensore sfrutta la mischia che si crea in area e ribatte in rete un tentativo non riuscito di Scognamiglio. La partita sembra non finire mai, non c’è un attimo di tregua con altre due occasioni create prima da Pettinari e poi da Jallow. E’ però proprio il subentrato Moncini l’eroe di giornata con il gol del definitivo 3-2: assist di Laribi dalla destra, tutto solo il giocatore bianconeri segna al volo di destro in acrobazia. Nei minuti di recupero viene espulso anche Valzania, prima che Donkor trovi anche il quarto gol per i bianconeri. Il successo va così al Cesena che sale a quota 21 e raggiunge proprio il Pescara.

Tabellino

Cesena (4-4-1-1): Fulignati; Donkor, Esposito, Scognamiglio, Perticone (79' Moncini); Vita (62' Fazzi), Kone, Di Noia (65' Sbrissa), Dalmonte; Laribi; Jallow.

All: Castori
Pescara (4-3-3): Fiorillo; Zampano (76' Crescenzi), Coda (80' Stendardo), Fornasier, Mazzotta; Valzania, Carraro, Brugman; Del Sole (84' Mancuso), Pettinari, Benali.
All: Zeman

Note: ammoniti Moussa Koné (C), Sbrissa (C), Moncini (C), Fassi (C), Benali (P) e Fornasier (P). Espulso Valzania (P)

I più letti