Ascoli-Cittadella, Cosmi: "Inizia un nuovo campionato. Vogliamo vedere all'opera Ganz, Monachello e Martinho"

Serie B
cosmi_ascoli_fb

Le parole in conferenza stampa dell’allenatore bianconero in vista della gara di campionato contro il Cittadella: "Dopo la sosta tante incognite, ma da ora in poi non dobbiamo fermarci in più". E sui nuovi acquisti Ganz, Monachello e Martinho: "Tre giocatori fondamentali, c’è tanta voglia di vederli all’opera"

SERIE B - CALENDARIO E ORARI 22^ GIORNATA

Abbandonare la zona rossa della classifica ed iniziare a risalire la china dopo un avvio di stagione parecchio complicato. Obiettivo chiaro per l’Ascoli di Serse Cosmi, che in vista della ripresa del campionato di Serie B ha caricato i suoi. Penultimo posto per i bianconeri, che affronteranno il Cittadella in una gara secondo l’allenatore ricca di insidie. A spingere l’Ascoli, però, anche il ritrovato entusiasmo della tifoseria dopo le importanti operazioni di mercato che hanno portato nelle Marche tre giocatori come Ganz, Monachello e Martinho. "Quando c’è una sosta le incognite sono sempre tante – ha detto Serse Cosmi in conferenza stampa -, venti giorni di stop pesano eccome. Per capire a che punto siamo bisognerà attendere la gara, ma, da quando abbiamo ripreso a lavorare il 7 gennaio, la squadra si è sempre allenata bene. Qualche piccolo problema fisico c’è stato, ma era preventivabile. I nuovi acquisti? C’è tanta voglia di vedere all’opera Ganz, Monachello e Martinho, ma le premesse sono positive. Non bisogna però caricarli di eccessive responsabilità, loro sanno perfettamente che possono dare un contributo importante e sono nelle condizioni ideali per farlo, visto che nessuno dei tre è riuscito ad esprimersi come avrebbe voluto. La piazza deve avere un po’ di pazienza e concedere ai tre ragazzi un periodo di ambientamento. Ma non ci sono solo loro, abbiamo acquistato anche Rosseti e c’è Varela che si sta allenando benissimo, oltre ai più grandi che mi danno sempre garanzie. Saranno quindi i nuovi a doversi aggrappare al gruppo per inserirsi al meglio ed esprimere le proprie qualità. Tutti qui non vedono l’ora di salvarsi e io mi fido ciecamente dei miei giocatori".

Cittadella tra gli avversari più pericolosi del campionato

Spazio poi ad un pensiero sugli avversari, Cosmi ha inserito il Cittadella nel novero di squadre più pericolose dell’intera Serie B: "Sono convinto che il Cittadella sia uno degli avversari più pericolosi del campionato – ha detto l’allenatore dell’Ascoli -, hanno qualità consolidate nel tempo. Oltre a giocare un buon calcio, la squadra è pericolosissima nei singoli e nel collettivo. In più hanno un allenatore negli ultimi due anni sta facendo benissimo. Ad impaurirmi di più non è un singolo  giocatore, ma la leggerezza mentale con cui il Cittadella può affrontarci. Inoltre loro sono la squadra che ha conquistato più vittorie fuori casa, è un dato importante. Ma noi dovremo essere caparbi e determinati per far capire che nel girone di ritorno vogliamo sfruttare il fattore casalingo. Per noi inizia un nuovo campionato, da ora in poi non ci si ferma più. La società mi ha messo a disposizione tre giocatori fondamentali per la rosa. Quando ero al Trapani arrivarono a gennaio Petkovic e Nizzetto e tutto cambiò in maniera radicale. A fare la differenza sono i giocatori, difficilmente gli allenatori".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche