Parma-Frosinone, Longo: "Non siamo proprio scesi in campo"

Serie B

I ciociari perdono in trasferta contro il Parma di D'Aversa, l'allenatore non ci sta: "Sono deluso, mi aspettavo una partita totalmente diversa. Ora le motivazioni faranno la differenza..."

Niente da fare, il Frosinone perde in trasferta e Moreno Longo non ci sta: "Sono deluso, mi aspettavo una partita totalmente diversa". Eh sì, perché dopo le ultime prestazioni dai giallazzurri ci si aspettava un'altra partita. E invece no, il Parma fa 2 gol e si porta a -2. Frosinone a 58 punti insieme al Palermo, mentre l'Empoli ormai è scappato via (68). Moreno Longo, molto deluso, ha commentato così la brutta sconfitta dei suoi. 

"Non siamo proprio scesi in campo"

"Si può perdere, ma non senza giocare - commenta Longo - oggi non siamo praticamente scesi in campo! Da qui alla fine della stagione le motivazioni faranno la differenza. Noi stiamo avendo un rendimento altalenante sotto questo punto di vista, siamo una squadra forte costruita per vincere il campionato, non dimentichiamocelo. E come noi anche l'Empoli, e il Palermo. Ma non tolgo nemmeno Bari e Parma da questa lotta, hanno grandi squadre oltre alla classifica. Ripeto, le motivazioni faranno la differenza". 

"Mi aspettavo una gara totalmente diversa"

"Sì, mi aspettavo una gara diversa. Totalmente. Sono deluso e rammaricato, la squadra che è scesa in campo oggi non è neanche una lontana parente del vero Frosinone. C'è da fare mea culpa sotto questo aspetto, non possiamo accettare questi cali di tensione. Rispetto ad una gara giocata pochi giorni fa, non può esserci differenza. Contro il Venezia c'era intensità, qualità, condizione fisica e altro, ovviamente. Oggi no, oggi siamo stati una squadra in difficoltà che ha perso duelli e contrasti, facendo errori semplicissimi. Non voglio alibi, sia chiaro, ma devo risolvere questa situazione purtroppo". Conclude Longo: "Sono stufo di guardare gli altri, lo faccio poco e continuo a farlo. E' meglio che il Palermo abbia pareggiato, ma se noi non vinciamo gli altri passano in secondo piano. Adesso obbiamo avere il giusto atteggiamento di chi vuole vincere questo campionato!". 

I più letti