user
06 giugno 2018

Cittadella-Frosinone 1-1: vantaggio di Paganini, pareggio con autogol di Brighenti. Gol e highlights

print-icon

Al Tombolato finisce in parità l'andata della prima semifinale playoff: si decide tutto nel primo tempo con i gol di Paganini e l'autorete di Brighenti sul tiro di Schenetti. Domenica nel ritorno “Matusa”, la squadra di Venturato dovrà vincere, per conquistare la finale

CLICCA QUI PER SEGUIRE RIVIVERE LA CRONACA CITTADELLA-FROSINONE

SERIE B: ORARI E CALENDARIO DEI PLAYOFF

CITTADELLA-FROSINONE 1-1

Marcatori: 17' Paganini (F), 43' aut Brighenti (F)

Finisce in parità la prima sfida delle semifinali dei playoff di B. Al Tombolato il Frosinone non va oltre l'1-1 con il Cittadella: la squadra di Moreno Longo passa in vantaggio al 17' del primo tempo grazie a un gol di Paganini e avrebbe la possibilità per chiudere il discorso qualificazione già nei primi 45' minuti, ma i ciociari sprecano e poco prima dell'intervallo subiscono il pareggio con l'autogol di Brighenti che devia nella propria porta un tiro di schenetti. Domenica al "Matusa" il Cittadella dovrà cercare l'impresa: gli uomini di Longo, infatti, avranno a disposizione due risultati sul tre grazie al miglior piazzamento in classifica.

Le scelte

Dopo i 180 minuti giocati con il Bari, Venturato conferma il modulo ma cambia alcuni interpreti: Pezzi torna sull’out di destra al posto di Benedetti. A centrocampo, c’è Pasa davanti alla difesa nel ruolo che era stato di Iori nella sfida con i pugliesi. Le altre novità riguardano l’attacco: Chiaretti sostituisce Schenetti nel ruolo di trequartista, mentre nel tandem d’attacco non c’è Vido ma Strizzolo a far coppia con Kouamé. Moreno Longo parte con il 3-5-2: Ciofani, Terranova e Brighenti sono compongono la difesa a tre, a centrocampo Gori è in regia, Paganini e Crivello sulle fasce mentre Sammarco e Kone agiscono da interni. Ciano e Dionisi sono i due davanti.   

Primo tempo

Partita equilibrata nei primi minuti: il Cittadella approccia alla gara come fatto con il Bari, attende e prova a ripartire in contropiede. I tempi supplementari affrontati nella sfida preliminare contro la squadra di Fabio Grosso sono un’incognita da tenere in considerazione per l’undici di Venturato che sceglie di aspettare il Frosinone nei primi minuti. D’all’altra parte i ciociari non hanno alcuna intenzione di sollecitare il ritmo grazie al miglior piazzamento in classifica ottenuto nel corso della regular season. Nel primo quarto d’ora di gioco, al “Tombolato” non succede praticamente nulla: le squadre provano a studiare lo scacchiere avversario. All’improvviso, la prima emozione della gara la regala Paganini che sblocca il risultato al 17’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Ciano il numero 17 degli ospiti trova in mischia la deviazione vincente insaccando da pochi passi il gol del vantaggio. La reazione dei veneti è immediata: gli uomini di Venturato, subito dopo essere andati sotto nel punteggio, iniziano a velocizzare la manovra e al 26’ creano la prima occasione della loro partita: Terranova sbaglia il retropassaggio per Vigorito, ne approfitta Kouame che si avventa sul pallone ma l’attaccante ivoriano perde l’equilibrio proprio al momento di concludere. Un’opportunità che dà carica al Cittadella: gli uomini di Venturato alzano il proprio baricentro, ma il forcing offensivo è piuttosto disorganizzato e concede al Frosinone molti spazi per le ripartenze. I ciociari sfiorano il raddoppio al 29’: Alfonso e Varnier rischiano di combinarla grossa, con il difensore che non s’intende con il portiere in uscita, la palla si avvia verso la linea di porta con Dionisi pronto a insaccare ma salva tutto il provvidenziale intervento di Adorni che spazza in calcio d’angolo. Un’altra amnesia difensiva del Cittadella si trasforma in una potenziale occasione da gol per la squadra di Longo: stavolta è proprio Adorni a commettere l’ingenuità lasciandosi sfuggire Dionisi sulla trequarti, l’attaccante prova il tiro ma che viene respinto da Alfonso. Sulla ribattuta, si avventa Sammarco ma stavolta c’è Pezzi sulla linea a negare il raddoppio al Frosinone. In quello che sembra il miglior momento della terza classificata, il Cittadella trova il pareggio con un pizzico di fortuna: Pezzi va lungo con le mani, Kouame combatte in area, il pallone arriva sui piedi di Chiaretti che calcia verso la porta e beffa Vigorito grazie a una doppia deviazione. Quella decisiva è di Brighenti che beffa Vigorito per il gol dell'1-1. Nel finale il Cittadella ha anche la possibilità per effettuare il sorpasso: Strizzolo prova la torsione in tuffo di testa, ma il pallone finisce a pochi centimetri dal palo. Un minuto dopo, Bartolomei calcia a botta sicura, provando a ripetersi dopo la doppietta con il Bari, ma Vigorito è bravo a respingere prima dell’intervallo.  

Secondo tempo

Subito un cambio nelle fila del Frosinone dopo l’intervallo: Paganini dopo aver subito uno scontro di gioco nella prima frazione è costretto alla sostituzione. Il giocatore, già ammonito nel primo tempo, viene sostituito da Moreno Longo che si affida a Krajnc. Ma nella ripresa è un altro Cittadella: i veneti hanno bisogno di un gol per sperare nella qualificazione alla finale in vista della gara di ritorno a Frosinone e alzano la pressione. Al 52’ l’incursione di Settembrini spezza in due la difesa e crossa in mezzo sul primo palo, Vigorito non è impeccabile nell’intervenire sul pallone ma riesce comunque a deviare in corner. Quattro minuti più tardi, la squadra di casa ha una clamorosa opportunità per andare sul 2-1: su un corner dalla destra il pallone finisce sui piedi di Adorni che a due passi dalla porta non riesce a trovare la porta. Il Cittadella continua ad alzare il ritmo: al 66’ contropiede micidiale di Kouamé lancianto sulla trequarti da Schenetti. Pallone per Strizzolo, che viene anticipato. Un minuto dopo  occasionissima per il Cittadella: Strizzolo fa tutto da solo, entra in area e crossa al centro senza trovare la deviazione decisiva da parte di uno dei compagni. Dopo aver sofferto i primi venti minuti della ripresa, il ritmo della partita si abbassa inevitabilmente: il Cittadella inizia ad accusare le fatiche della sfida con il Bari, il Frosinone approfitta del calo dei padroni di casa e gioca con il cronometro. La gara si fa spezzettata: le squadre fanno spesso ricorso al fallo tattico per rifiatare. Il pareggio, in fondo, è un risultato che fa comodo a entrambe le squadre, soprattutto al Frosinone che gode del vantaggio della classifica. Il Cittadella, non può fare di più viste le numerose energie spese negli ultimi giorni. La squadra di Venturato ora dovrà cercare di recuperare le forze in vista del ritorno di domenica dove dovrà dare tutto per espugnare il “Matusa” e conquistare la finale playoff.

CITTADELLA-FROSINONE: IL TABELLINO

Cittadella (4-3-1-2): Alfonso; Salvi, Adorni, Varnier, Pezzi; Settembrini (80' Iori), Pasa, Bartolomei; Chiaretti (87' Lora); Strizzolo, Kouamé (68' Vido). All. Venturato
Frosinone (3-5-2): Vigorito; Ciofani, Terranova, Brighenti; Paganini (46' Krajnc), Kone, Gori, Sammarco (76' Chibsah, Crivello; Dionisi (88' Citro), Ciano. All. Longo

Marcatori: 17' Paganini (F), 43' aut Brighenti (F)

Ammoniti: Paganini (F), Settembrini (C), Gori (F), Pasa (F), Pezzi (F), Dionisi (F), Salvi (F), Strizzolo (C)

SERIE B, TUTTI I GOL

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi