Genoa, Blessin a rischio esonero: le ultime news

GENOA
©LaPresse

L'allenatore tedesco è di nuovo a rischio dopo il ko interno contro il Cittadella, terza sconfitta nelle ultime quattro partite per i rossoblù. La dirigenza è delusa e valuta il possibile cambio in panchina: in corsa Bjelica (già accostato al Genoa dopo il ko contro il Perugia), Leonardo Semplici e Claudio Ranieri

SERIE B LIVE, LA DIRETTA GOL

Sono ore concitate in casa Genoa con Alexander Blessin a rischio esonero. I rossoblu hanno perso la seconda partita consecutiva, battuti 1-0 in casa dal Cittadella, e l'allenatore ora è appeso a un filo (legato al tempo, visto che la squadra giovedì affronterà il Sudtirol). Il Genoa, infatti, sta affrontando una piccola crisi di risultati: cinque partite senza vittorie (l'ultimo successo è datato 22 ottobre contro la Ternana) e tre sconfitte nelle ultime quattro partite. Un rendimento al di sotto delle aspettative per una squadra che vuole tornare in Serie A. Per questo l'allenatore, confermato dopo il ko di Perugia nonostante le riflessioni del club, è di nuovo in bilico visto che serviva un cambio di inerzia che non è arrivato. La dirigenza è delusa e nel mirino ci sono le scelte tecniche, con alcuni giocatori impiegati fuori ruolo. Il Genoa sta sondando le alternative per la panchina e spera già oggi di trovare il profilo giusto per poi procedere all'esonero. 

Bjelica, Semplici e Ranieri le ipotesi

leggi anche

Frosinone pari al 95', la Reggina vince a Brescia

La riflessione del Genoa sarà profonda, ma ci sono già alcuni profili in caso di esonero. Il primo è Nenad Bjelica, ex Spezia, già accostato ai rossoblù dopo il ko di Perugia. Il nome che si aggiunge alla lista, invece, è quello di Leonardo Semplici, libero dopo l'esonero dal Cagliari del 14 settembre 2021. C'è poi anche l'ipotesi Claudio Ranieri, che tornerebbe dunque in Italia dopo l'esperienza al Watford. Ranieri che dal 2019 al 2021 ha allenato la Sampdoria, rivale cittadina dei rossoblù.

Blessin: "Le sensazioni non sono buone"

In attesa della decisione della dirigenza, Blessin ha risposto nel post partita alla domanda sul possibile esonero: "Io penso a vincere ogni partita - spiega - L'ho fatto fino adesso e lo farò in futuro, contro Sudtirol e Ascoli. Dovevamo vincere contro il Cittadella per tornare sulla retta via. Oggi le sensazioni non sono buone".