Zidane: "Non vedo un Real Madrid senza Ronaldo, qui tutti lo amano"

Calciomercato

Viste le pretese di ingaggio troppo alte, il portoghese e il Real potrebbero separarsi già in estate: 100 milioni la base d'asta per CR7, secondo quanto riportano i quotidiani spagnoli. E Zidane: "Non mi interessa di ciò che succede fuori e non sono preoccupato: vedo Ronaldo solo al Real"

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

Real Madrid-Cristiano Ronaldo: una storia che potrebbe essere al capolinea. Dopo le frizioni dell’estate, il portoghese è tornato a considerare la possibilità di lasciare i Blancos. E - a giudicare da quanto si legge oggi sui quotidiani spagnoli - anche la società stessa questa volta potrebbe non opporsi. Una separazione, dunque, che non sembra più così un miraggio, viste soprattutto le divergenze tra club e giocatore. Un nodo chiave è quello del rinnovo, su cui probabilmente si giocherà la continuazione o meno del rapporto tra le parti. In sostanza: Ronaldo (quinto nell’attuale classifica per guadagni) vuole di più. Anzi: molto di più. Le richieste del portoghese sono di un nuovo contratto 50 milioni di euro all’anno, circa il doppio di quanto percepisce oggi. E il Real Madrid, in questa occasione, potrebbe non accontentarlo: “Non è il momento più opportuno” il messaggio della società a CR7, riportato da Marca. Ed ecco quindi che Florentino Perez ha dato semaforo verde a Jorge Mendes, procuratore di Ronaldo: la valutazione del portoghese è superiore ai 100 milioni di euro.

Zidane: “Non vedo un Real senza Ronaldo”

Non solo una difficile situazione di classifica: ora per il Real Madrid anche il nodo CR7 da risolvere. Un doppio sforzo per Zinedine Zidane, che così ha parlato in conferenza stampa della situazione relativa al portoghese: “Non sono preoccupato: sappiamo che fuori di qui si può parlare e discutere, però dentro quello che vuole Ronaldo è giocare come ha sempre fatto. Vorrei parlare del suo rendimento, di ciò che porta in campo con la sua presenza. Un Real senza CR7? Non me lo immagino, è il club in cui deve restare. La società, il tifo, tutti lo amano. Dico sempre la stessa cosa di Cristiano: non immagino un Real senza di lui. E lo dico pensando all’aspetto sportivo”. Una battuta poi sulle voci sul rinnovo: “Non voglio parlare di tutto questo, Ronaldo è abbastanza importante per farlo. È con il club che deve parlare di questa cose. Io parlo solo del Cristiano di campo, di ciò che succede al di fuori non mi interessa”.

Il direttore di Marca: "Ronaldo si sente sottopagato"

A fare chiarezza sull'intera situazione relativa a Cristiano Ronaldo è stato il direttore del quotidiano spagnolo Marca, Eduardo Inda, che ha fatto il punto anche sui possibili scenari futuri: "La situazione Ronaldo è realmente complicata - ha detto - Il giocatore si considera infatti sottopagato, perchè ci sono altri giocatori (Messi, Neymar e altri in Cina) che guadagnano oggi più di lui. Ronaldo crede che non ci sia la giusta differenza tra quanto guadagna lui (21-22 milioni all'anno circa) e quanto guadagnano gli altri giocatori della rosa del Real. La società, dal canto suo, gli ha fatto capire che questo non è il momento giusto di parlare del rinnovo, visto che la situazione sportiva attuale non permette di concentrarsi su altro. Vedremo come andranno le cose, e se le parti troveranno o meno un accordo: sappiamo intanto che molte squadre, Manchester United e Psg su tutte, sono attente all'evolversi della situazione. I prossimi mesi diranno quale sarà la soluzione".  

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche