Calciomercato Inter, concluso il blitz per Rafinha: alzata la cifra del riscatto

CalcioMercato

Il ds nerazzurro Piero Ausilio è di ritorno a Milano, sintomo che l'ultima offerta al Barcellona è stata formulata: alzato il diritto di riscatto a 35 milioni senza bonus. Attesa ora la risposta del club blaugrana

INTER, ACCORDO RAGGIUNTO CON IL BARCELLONA PER RAFINHA

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

Inter-Rafinha: la trattativa è al rush finale. Dopo il blitz di 48 ore di Piero Ausilio, direttore sportivo nerazzurro, in Spagna, il gioco al rialzo con il Barcellona è arrivato alle sue ultime battute. Dopo i diversi incontri delle ultime ore con il club blaugrana, infatti, l’Inter è giunta - nella mattinata di oggi - a formulare l’ultima offerta per il centrocampista brasiliano: un prestito secco con diritto di riscatto fissato a 35 milioni secchi, senza bonus. Cifra di poco superiore, dunque, a quella comunicata alla dirigenza del Barça nella serata di martedì, quando i nerazzurri avevano portato il riscatto a 30 milioni più bonus.

Ultimatum al Barcellona: Ausilio ritorna a Milano

Quella del prestito con diritto a 35 milioni sembra quindi essere l’ultima offerta dell’Inter, con Piero Ausilio che è già ritornato a Milano (sintomo, questo, che non si tratterà ulteriormente). Da quanto filtra, la società nerazzurra non aumenterà più la sua offerta. La palla passa, dunque, ancora una volta al Barcellona, che finora si è sempre opposto, fin dalla prima offerta da 25 milioni di euro per il riscatto. Quello dell’Inter può essere definito come una sorta di ultimatum, ma solo economico: non è stato infatti posto alcun termine temporale per la risposta del club blaugrana. Il Barcellona, tuttavia, ha preso tempo e comunicherà nei prossimi giorni la sua risposta. 

Rafinha vuole l'Inter

Dalla sua parte l'Inter ha certamente la volontà del giocatore, aspetto di non poco conto nell'economia della trattativa. Il giocatore brasiliano e il suo entourage - il papà Mazinho, in primis, che martedì si è incontrato con Ausilio - confidano infatti che quella nerazzurra sia la destinazione giusta per ritrovare la continuità necessaria, persa per i gravi infortuni avuti nelle ultime due stagioni. Il primo è stato al legamento crociato, mentre il secondo occorso al menisco non gli ha permesso di scendere ancora in campo in questa stagione. Per concludere l'affare manca solo l'ok del Barça alla cifra del riscatto, visto che già c'è un accordo tra Inter e Rafinha e un'intesa sulla formula dell'operazione: sono ore decisive.

Le alternative

E se non dovesse arrivare il brasiliano? L'Inter dovrà guardarsi intorno per trovare delle alternative. Fin qui non è stato valutato il nome di Driussi, non c'è mai stato alcun contatto per l'argentino dello Zenit. Sturridge, invece, è stato proposto ai nerazzurri, ma al momento non rappresenta una priorità.

I più letti