Calciomercato Pro Vercelli, presentati Ivan e Bertosa: "Salvezza possibile"

CalcioMercato

Confermato il ritorno di Grassadonia in panchina, la società piemontese ha anche presentato i due nuovi volti per il suo reparto difensivo, Bertosa e Ivan

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

Per un addio, quello dell’allenatore Atzori (esonerato dopo 37 giorni, richiamato Grassadonia), due nuovi arrivi nella rosa della Pro Vercelli: Mateo Bertosa e David Ivan. Un doppio colpo per rinforzare il reparto difensivo, con due esterni di qualità. A parlare per primo nella conferenza stampa di presentazione è stato il croato, preso dall’Istra: “Innanzitutto voglio ringraziare il Direttore per aver visionato le mie partite e per avermi scelto - ha ammesso - Questa per me è una grande occasione, un salto di qualità notevole rispetto al campionato croato. Spero di fare del mio meglio e di riuscire ad aiutare i miei nuovi compagni per uscire da questa situazione che al momento non è buona”. Bertosa, classe 1988, ha una buona esperienza internazionale: “Ho giocato anche sei partite in Europa League contro Lione, Betis e Vitória de Guimarães, ma ora sono qui è voglio dare il mio contributo alla squadra. Conosco l’italiano perché da piccolo guardavo la televisione italiana e la guardo tutt’ora, per questo conosco la lingua: mi piacevano molto i cartoni animati, soprattutto Holly e Benji. Al Rijeka giocavo da terzino sinistro nel 4-4-2, mentre nell’Istra ho giocato sia da terzino sia da centrale; ho giocato anche nella difesa a 3, da centrale e da quinto a sinistra. Il Frosinone? È una squadra molto forte, non a caso sono primi in classifica: ora concentriamoci sull’Ascoli, è una partita importantissima per noi”. Sulla sua forma fisica: “Il campionato croato è finito a dicembre: mi sono allenato, però mi manca un po’ il ritmo partita. In Croazia non ci sono campi sintetici per giocare, ma li usiamo per allenarci quando c’è il maltempo. Ho grande voglia di giocare, non vedo l’ora. Avevo anche un’altra offerta in Italia, ma ho scelto di vestire la maglia della Pro Vercelli. Ho firmato fino a giugno, poi vedremo”.

Ivan: "Centreremo l'obiettivo salvezza"

Sicuramente più noto il profilo di David Ivan, arrivato dalla Sampdoria dopo aver anche giocato diverse partite in Serie A nelle ultime stagioni: “Questa per me è una grande opportunità - ha ammesso il classe 1995 - La Pro Vercelli è un grande club con una storia gloriosa. Ho giocato solo una partita ufficiale in un anno, ma ho fatto diverse partite con la Primavera e con la Nazionale. A giugno ero tornato alla Sampdoria: ho fatto il ritiro e mi sono allenato per sei mesi con la prima squadra. Spero di poter dare una mano ai miei compagni e sono sicuro che riusciremo a centrare il nostro obiettivo”. Sulla sua esperienza tra i grandi: “Ho giocato nella Sampdoria allenata prima da Zenga e poi da Montella, abbiamo cambiato più moduli di gioco: posso giocare in più ruoli, da interno di centrocampo e da esterno, sono stato utilizzato sia da esterno nel 3-5-2 sia da esterno d’attacco nel 4-3-3. Però il mio ruolo naturale è la mezzala, poi ho giocato anche davanti alla difesa. Giocare davanti alla difesa mi piace, perché si giocano tanti palloni. Sintetico? Sicuramente è diverso, però ho fatto Allievi e Primavera sempre sul sintetico: il mio corpo è abituato. A Bari finché stavo bene ho sempre giocato, poi mi sono fatto male e non sono più rientrato. Partita e allenamento sono due cose diverse, ma sto bene e sono pronto a giocare. Se posso essere utile, sono pronto ad entrare in qualsiasi momento e in qualsiasi ruolo: decide il mister. Sono qui per aiutare la squadra, voglio dimostrare quello che valgo. Sono contento che la Pro Vercelli mi abbia scelto, voglio ripagare la fiducia”, ha concluso.

I più letti