Perugia, Leali si presenta: "Il mio obiettivo è rimanere qui, vengo con la voglia di far bene"

Calciomercato
leali

Nicola Leali si è presentato alla stampa presso il Museo del Perugia, esprimendo le proprie sensazioni sulla nuova avventura che lo aspetta: "Per me è stato facile accettare, non ho avuto dubbi o pensieri"

CALCIOMERCATO- TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

E’ iniziata ufficialmente l’avventura di Nicola Leali con il Perugia, il portiere si è unito ai nuovi compagni presentandosi anche in conferenza stampa per esprimere le proprie impressioni su questo nuovo capitolo della sua carriera. Tanta voglia di giocare e di fare bene per il giocatore italiano, deciso a ritagliarsi il suo spazio nello scacchiere di Breda. L’ambientamento procede spedito, motivo di come Leali sia deciso a cominciare per il verso giusto questa esperienza. Presso il muso della società, il nuovo portiere del club umbro ha risposto alle domande dei giornalisti: "Vengo a Perugia con la voglia di far bene e con la possibilità di rimanere, una cosa che ho voluto fortemente. Ho visto giocare la squadra sia contro l’Entella che a Pescara. Mi sto ambientando molto velocemente e questo per me è positivo. Ora quello che dobbiamo fare è mantenere l’attenzione alta e continuare su quanto fatto di buono in queste due partite. Sappiamo benissimo che il campionato di Serie B è difficile, adesso pensiamo partita per partita".

Retroscena della trattativa

Leali poi si sofferma sui retroscena della trattativa che lo ha portato a Perugia, svelando di essere stato subito attratto dal progetto degli umbri: "Da quando è iniziata la trattativa io ero già convinto di venire a Perugia. Per me è stato facile accettare, non ho avuto dubbi o pensieri. La mia decisione l’avevo già presa all’inizio". Tanti i volti noti in rosa, Leali sottolinea di conoscere già alcuni suoi compagni di squadra: "Dei miei compagni conoscevo già Massimo Volta perché abbiamo giocato insieme a Cesena, Damiano Zanon perché ho fatto un piccolo periodo con lui a Frosinone e Timothy Nocchi perché lo conoscevo da questa estate in ritiro. Se ci sono personaggi importanti per me? Sicuramente. Preferisco non fare nomi perché è sempre meglio non farli. Cito Roberto Clerici perché è venuto a mancare poco tempo fa ed è stato colui che mi ha permesso di arrivare a Brescia e iniziare la mia crescita nel settore giovanile".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche