Calciomercato Fiorentina, presentati Falcinelli e Dabo. L'ex Sassuolo: "Una grande occasione"

Calciomercato
Dabo_falcinelli_twitter

I due nuovi acquisti viola presentati in conferenza stampa. Falcinelli: "Voglio sudare per questa maglia, questa per me è l'occasione della vita". Dabo: "Ho detto sì in un'ora, la Fiorentina è un top club"

BOLOGNA-FIORENTINA, LE PROBABILI FORMAZIONI

CALCIOMERCATO, TUTTI GLI AFFARI DI GENNAIO

Un gennaio di calciomercato che ha portato due volti nuovi in casa Fiorentina: Diego Falcinelli e Bryan Dabo. Un attaccante - il sostituto del partente Babacar, ceduto al Sassuolo - e un mediano per rinforzare la rosa a disposizione di Stefano Pioli. Entrambi presentati in conferenza stampa, a partire proprio dall’ex Sassuolo e Crotone: “Spero e sono convinto di giocarmi questa possibilità e di fare il massimo - ha esordito Falcinelli - Sono orgoglioso di ritrovare una squadra così importante e di prestigio. Quando ho giocato contro la Fiorentina sono rimasto sempre impressionato dalla loro qualità”. Sulle difficoltà che sta vivendo la squadra: “Sicuramente si è chiuso un ciclo, sono arrivati giocatori nuovi e trovare la giusta continuità non è mai semplice, soprattutto quando ci sono ragazzi giovani e con non molta esperienza. Ma come gruppo la Fiorentina è una delle migliori d’Italia”.

"Prometto che la mia maglia sarà sempre sudata"

Una prima metà di stagione non facile a Sassuolo per Falcinelli, che ora cerca il rilancio: “In questi primi sei mesi io e la squadra pensavamo di fare un altro tipo di campionato - ha continuato - Cambiare allenatore dopo i tanti anni con Di Francesco ci ha portato a subire più del dovuto. Spero e sono convinto di giocarmi questa possibilità e di fare il massimo”. E ancora: “Mi sono sempre espresso meglio giocando a due punte. Come prima punta, al Sassuolo ho fatto più fatica. Il mio ruolo ideale è giocare insieme ad un altro vicino, perché mi piace muovermi senza dover aspettare la palla”. Su Pioli, poi: “L’ho avuto, mi ha fatto esordire in B tanti anni fa. Sono contento di ritrovarlo, mi ha fatto una grande impressione come allenatore e persona, posso solo imparare da lui. Ci siamo parlati e adesso è importante portare l' entusiasmo che un po' si è perduto, come mi ha detto". Una battuta finale sui motivi per cui ha accettato di passare alla Fiorentina: ”Questa per me è l'occasione della vita, questa estate volevo andare in un top club e adesso è arrivata questa chiamata anche se con qualche mese di ritardo. Potrò sbagliare qualche stop e qualche gol ma la maglia sarà sempre sudata”, ha promesso.

"Fiorentina offerta irrinunciabile"

Insieme a Falcinelli, presente in conferenza anche Bryan Dabo, centrocampista arrivato dal St.Etienne: “Sono molto felice di aver firmato per la Fiorentina - le sue prime parole da giocatore viola - È stata una scelta semplice accettare l'offerta. Nel Saint-Etienne avevo un ruolo da protagonista e quindi non avrei mai pensato di cambiare squadra. Quando è arrivata la chiamata della Fiorentina però non ci credevo e in un'ora ho deciso. Per noi in Francia la Fiorentina è un top club italiano". L’idolo di Dabo, classe 1992, è Pogba: “Ha grande qualità con il pallone e grande intelligenza, che gli ha permesso di fare bene in un campionato molto tattico. Ho sempre giocato come centrocampista e mediano, e posso giocare a tre come a otto. Ma posso adattarmi, ho parlato con Pioli che mi aiuterà ad affermarmi come mediano”. Sugli obiettivi, poi: “Voglio inserirmi velocemente e far crescere la squadra, giocando e vincendo il più possibile. Ho parlato con Veretout (francese come lui, ndr), ma anche con Eysseric e Laurini, i quali mi hanno parlato molto bene della città. La Ligue1 è sicuramente più fisica della Serie A, qui c'è molta più tattica. Questa sarà la difficoltà maggiore”, ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche