user
01 febbraio 2018

Calciomercato Serie A, il riepilogo degli acquisti squadra per squadra

print-icon
Mercato, Serie A

Babacar, Rafinha e Dabo, tre dei trasferimenti più importanti nel mercato invernale della Serie A

SKY PER UPDAY. Cala il sipario sulla sessione invernale di mercato, finestra di operazioni che chiude i battenti in Serie A. È tempo di bilanci al termine degli affari di gennaio: ripercorriamo tutte le trattative, in entrata e in uscita, squadra per squadra

#SKYCALCIOMERCATODAY, TUTTE LE TRATTATIVE DEL 31 GENNAIO

CALCIOMERCATO, TUTTI GLI AFFARI SFUMATI

CALCIOMERCATO ESTERO, I COLPI DI GENNAIO

Va in archivio il calciomercato invernale della Serie A, sessione di trattative esaurite all’Hotel Meliá di Milano. Cala il sipario sulle operazioni concluse dallo scorso 3 gennaio, ovvero l’apertura formale della finestra di riparazione maturata in 28 giorni: quanto basta per ritoccare rose e reparti da qui al termine della stagione. Fino al 28 febbraio sarà possibile tesserare calciatori svincolati o dal contratto precedentemente risolto. Ripercorriamo tutti gli affari, in entrata e in uscita, delle 20 partecipanti al campionato.

ATALANTA

In corsa su tre fronti oltre ogni migliore aspettativa, l’Atalanta premia il lavoro di Gasperini ritoccando parzialmente la rosa: l’asse di mercato con la Spal propizia le partenze di Kurtic e Dramé a fronte del prestito via Bologna di Rizzo, 25enne centrocampista già ai box per due mesi causa infortunio. Ciò nonostante i bergamaschi concedono al Bologna il talentuoso Orsolini, giovane che ha racimolato solo 236’ in stagione. Ufficiale l’operazione Mattiello con la Juventus, nulla di fatto per il friulano Perica. In uscita i giovani rientrati alla base e destinati in Serie B come Vido (Cittadella) e Monachello (Ascoli), Suagher ed Emmanuello parcheggiati a Cesena.

BENEVENTO

Decisamente scatenato il Benevento, protagonista sul mercato a caccia della permanenza in Serie A. In difesa le new entry rispondono al francese giramondo Billong (Maribor) e al rumeno Tosca (Betis), nomi meno altisonanti dell’ex Tottenham Sandro in prestito dall’Antalyaspor. Dalla Turchia (Osmanlispor) arriva pure il centravanti Diabaté dal buon curriculum in Europa come Guilherme, esterno brasiliano acquistato dal Legia. Chi cerca il rilancio è il 26enne Djuricic, ex enfant prodige reduce dalla parentesi negativa alla Sampdoria, mentre per il futuro Christian Cannavaro (figlio di Fabio) è un acquisto suggestivo. Tra i pali è infine andato in porto lo scambio con la Sampdoria tra Puggioni e Belec. De Zerbi potrà contare infine sull’ennesimo colpo ad effetto ovvero Bacary Sagna, ex Arsenal e svincolato dall’intesa raggiunta. Salutano giocatori concessi in Serie B come Chibsah (Frosinone) e Ciciretti (Parma), Gravillon (Pescara), Puscas (Novara) e Di Chiara (Carpi) fino al veterano Melara prossimo alla Juve Stabia in Lega Pro.

BOLOGNA

Il 'no' di Verdi al Napoli vale eccome negli equilibri del Bologna targato Donadoni, tuttavia l’infortunio del capitano rossoblù spalanca le porte al 21enne Orsolini ottenuto nell’operazione con Juventus e Atalanta. Complice la proprietà comune di Joey Saputo, l’asse tra i rossoblù e il Montréal Impact archivia lo scambio Taider-Dzemaili con quest’ultimo subito inserito in gruppo (un gol e 180’ da titolare). È fatta anche per Nehuen Paz, difensore del Newell’s Old Boys che resterà temporaneamente al Lanus a causa di uno slot mancante nella lista del Bologna. Saluta invece l’Emilia la coppia Petkovic-Boldor in prestito al Verona, spazio concesso in Serie B anche a Falco (Pescara) e Okwonkwo (Brescia). Infine lo scambio Maietta-Romagnoli con l’Empoli presenta una nuova pedina in difesa.

CAGLIARI

Eccezion fatta per Castán, 31enne in prestito dalla Roma e già schierato a Crotone, il Cagliari registra altri due acquisti tutti da scoprire: Lykogiannis è un terzino sinistro proveniente dallo Sturm Graz alla cifra di 500.000 euro, mentre Ceter è un attaccante classe 1997 scovato in Colombia al Santa Fe. Per mezzi fisici e tecnici ricorda il connazionale Duvan Zapata. Sfumato il genoano Cofie, centrocampista come il baby Caligara prelevato dalla Juventus. In partenza dalla Sardegna fino a giugno sia il difensore Capuano (Crotone) sia l’attaccante Melchiorri al Carpi in Serie B, campionato che dal Perugia restituisce Han al Cagliari proprietario del cartellino.

CHIEVO VERONA

Un colpo atteso e centrato alla sirena di mercato dai veneti di Maran, prossima destinazione in prestito di Giaccherini chiuso al Napoli. L’ex centrocampista della Nazionale, 32enne titolato alla Juventus, punta quindi a ritrovare il campo dopo le panchine in azzurro. Il Chievo registra pure gli arrivi dei baby serbi Micin e Tanasijevic, ai saluti invece un poker di giocatori prossimi al palcoscenico della Serie B: parliamo di Rigione (Ternana) e Yamga (Pescara) fino al 33enne Frey prestato al Venezia e Garritano atteso dal Carpi.

CROTONE

Chiamati all’ennesima scalata per la salvezza, i rossoblù affidati a Zenga si rinforzano con acquisti per ogni reparto. Capuano in prestito dal Cagliari va ad irrobustire la difesa mentre il 19enne Zanellato del Milan è il nome nuovo per il centrocampo. Altri due colpi a titolo temporaneo stanno già facendo le fortune del Crotone: parliamo di Benali e Ricci, frecce offensive che in 180’ hanno riservato un gol e due assist. E al gong di mercato è fatta per il classe ’99 Diaby prestato dal PSG. Sfumato invece il ritorno di Crisetig in Calabria dove partono Cabrera (Getafe) oltre a Kragl e Firenze già efficaci in B.

FIORENTINA

 

Inserito in un ventaglio di alternative a centrocampo con Soucek e Capoué, è il 25enne Dabo il nuovo mediano della Fiorentina. Tre milioni di euro il costo del trasferimento dal Saint-Etienne, prezzo dettato da interessanti qualità fisiche e tecniche. Destini incrociati per gli sloveni Mlakar (ceduto) e Kukovar (acquistato) sull’asse con il Maribor, giovanissimi come il figlio d’arte Hagi tornato in Romania al Viitorul. L’ultimo giorno di mercato ha infine propiziato la doppia operazione con il Sassuolo: saluta a titolo definitivo Babacar per 10 milioni di euro mentre sbarca a Firenze in prestito il sostituto Falcinelli. L’ultimo addio è quello di Sanchez: lo accoglie l’Espanyol.

GENOA

 

Nuovi nomi agli ordini di Ballardini a partire dalla coppia portoghese Pereira (ex Sampdoria) e Medeiros prestati rispettivamente da Benfica e Sporting Lisbona. Torna alla base Hiljemark, interessante l’arrivo in prestito oneroso del jolly Bessa dal Verona. È fatta anche per il centrale difensivo El Yamiq, 25enne marocchino compagno di reparto di Benatia in Nazionale. Detto di Ricci ceduto a titolo temporaneo, si separano definitivamente dal Genoa i vari Palladino (Spezia), Centurion (Racing) e il 16enne Pellegri al Monaco: un affare quest’ultimo da 25 milioni di euro per le casse rossoblù.

HELLAS VERONA

 

Chissà che non siano le new entry dal mercato ad alimentare le speranze salvezza dell’Hellas. Accolti Petkovic e Boldor in prestito dal Bologna, un altro acquisto a titolo temporaneo dalla Serie A è quello di Matos via Udinese. L’impatto sorprendente è piuttosto di Vukovic, difensore serbo a segno all’esordio a Firenze dopo l’arrivo dall’Olympiacos. Da scoprire invece l’esterno offensivo Aarons prelevato dal Newcastle. Chi saluta Verona, oltre a Caceres dal destino già deciso in estate, è la coppia protagonista dell’ultima promozione in A: Bessa si trasferisce al Genoa fino a giugno 2019 mentre Pazzini passa al Levante in Spagna, la prima esperienza estera in carriera per l’ex capitano gialloblù. Passaggio in B invece per Torregrossa (Brescia a titolo definitivo) e Cherubin (Ascoli).

INTER

Due acquisti ufficiali, qualche cessione illustre e troppe piste mai decollate nel gennaio low cost dell’Inter. Nuovi muscoli in difesa con l’arrivo di Lopez dal Benfica, formula del prestito comune a Rafinha che costituisce un’alternativa al centrocampo di Spalletti. Il capitolo delle cessioni va circoscritto a João Mário (West Ham) e Gabigol (Santos) fino a Nagatomo (Galatasaray) che salutano i nerazzurri a titolo temporaneo. I desideri rimasti tali di Ausilio e Sabatini? Su tutti Ramires, Gaitán e Sturridge oltre a Pastore, rimasto al PSG bloccando la partenza di Brozovic al Siviglia. Nemmeno lo slancio per Ruiz e Lamela in previsione futura ha regalato certezze, destino comune a Martínez del Racing.

JUVENTUS

Difficile migliorare una rosa così competitiva, ecco perché la Juventus pianifica gli obiettivi futuri e gestisce i talenti del futuro. Solo un sondaggio per Carrasco, affondo più deciso per Emre Can svincolato a giugno in attesa di un riscontro. Se interessa il profilo del nordcoreano Han, il mercato in uscita registra gli addii a titolo definitivo di Lirola (Sassuolo) e Mattiello (Atalanta) mentre Orsolini verrà parcheggiato a Bologna fino al 2019. Solo una partenza temporanea quella di Pjaca, destinato allo Schalke 04 per ritrovare forma e minuti. In orbita bianconera torna Del Sole dal Pescara insieme ad altri baby come Jakupovic (Empoli) e Di Francesco (Ascoli).

LAZIO

Vietato stravolgere un gruppo dalla stagione straordinaria, imperativo che limita le operazioni in casa biancoceleste. Una motivazione che accoglie a Formello il solo Caceres, affare peraltro già imbastito in estate, mentre il ritorno dall’infortunio di Felipe Anderson regala una nuova alternativa offensiva a Simone Inzaghi. Se i baby Palombi (Salernitana) e Oikonomidis (Western Sydney) vanno a farsi le ossa, il capitolo rinnovi contrattuali di De Vrij e Luis Alberto resta d’attualità non solo a gennaio, ma filtra ottimismo sulla permanenza futura delle frecce laziali.

MILAN

Gennaio di riposo per la coppia Fassone-Mirabelli, non potrebbe essere diversamente dopo una folle estate di mercato con 11 acquisti e oltre 200 milioni di euro investiti. Ecco quindi che la valorizzazione delle new entry ha escluso qualsiasi strategia invernale, quantomeno in entrata: l’interesse tedesco per Brandt e Demirbay, coppia visionata come i sudamericani Maroni e Lincoln, andrà rinnovato dalla prossima estate. In partenza i giovani Zanellato (Crotone) e Gabriel (Empoli) a guadagnare spazio, Paletta rescinde il contratto mentre il forcing del Boca Juniors per Gomez non trova sviluppi: resterà agli ordini di Gattuso.

NAPOLI

In campionato entusiasma il braccio di ferro al comando con la Juventus, tuttavia la sessione di gennaio concede poche soddisfazioni al Napoli di Sarri. L’unico acquisto invernale è infatti quello di Machach, centrocampista 22enne arrivato a parametro zero. Problemi familiari slittano l’arrivo a giugno di Younes, estate che verosimilmente accoglierà in azzurro pure Ciciretti dall’accordo già raggiunto. Si può parlare di maledizione per l’esterno offensivo, necessità che De Laurentiis non è riuscito a colmare: dopo il rifiuto di Verdi e l’incompatibilità tattica di Lucas Moura, il Napoli ha lanciato un autentico assalto per Politano non andato a buon fine. Tardivi i sondaggi per Klaassen e Oyarzabal, semplici contatti quelli per Grimaldo relativi alla corsia difensiva. Ecco quindi che le ufficialità azzurre si completano con il passaggio in prestito di Maksimovic allo Spartak Mosca.

ROMA

Scongiurato l’addio di Dzeko direzione Chelsea, club che piuttosto rileva Emerson Palmieri per 20 milioni di euro più 8 di bonus. Ottima plusvalenza per Monchi, direttore sportivo che rimpiazza l’italo-brasiliano con l’argentino Silva: terzino sinistro classe 1994, arriva in prestito oneroso con obbligo di riscatto fissato a 5 milioni qualora raggiunga la 10^ presenza in giallorosso. In partenza dopo pochi mesi il messicano Moreno ceduto alla Real Sociedad alla cifra di 6 milioni. Per il resto un mercato bloccato quello della Roma, sospesa tra piste ideali (Aleix Vidal su tutti) e una disponibilità economica limitata. A referto uscite minori come Sadiq (Nac Breda) e Soleri (Almeria), Calabresi (Foggia) e Seck (Novara) fino a Nura al Perugia.

SAMPDORIA

Operazioni ridotte all’osso per la Sampdoria già sufficientemente attrezzata per la seconda parte di stagione. Giampaolo accoglie il 18enne Stijepovic, esterno sinistro montenegrino, insieme al portiere Belec che raccoglie i gradi di Puggioni destinato al Benevento così come Djuricic. Solo un sondaggio per Bessa e Giaccherini dalle destinazioni lontane dalla Genova blucerchiata, gennaio va in archivio piuttosto con le uscite di Ivan (Pro Vercelli) e dlla coppia Rocca-Ponce parcheggiata alla Feralpi Salò.

SASSUOLO

Il gong di mercato registra due operazioni onerose in casa Sassuolo: è ufficiale l’acquisto a titolo definitivo di Babacar per 10 milioni di euro, cifra superiore ai 7 investiti dagli emiliani per riscattare Lirola dalla Juventus. Affari che anticipano il 'no' al Napoli per Politano e che chiudono una campagna acquisti inaugurata dagli arrivi del 19enne Dany Mota e di Lemos, difensore uruguayano in prestito con diritto di riscatto dal Las Palmas. Annunciato il ritiro di Paolo Cannavaro e la partenza del nipote Christian al Benevento, il fronte cessioni registra pure gli addii di Gazzola (Parma) e Gliozzi (Padova) fino a Falcinelli passato alla Fiorentina nell’ambito del colpo Babacar.

SPAL

Finestra di mercato proficua per la Spal impegnata nella bagarre salvezza. In primis l’asse di mercato con l’Atalanta ha propiziato gli innesti di Kurtic e Dramé, percorso inverso per Rizzo e Mattiello. In difesa è fatta anche per gli arrivi di Cionek dal Palermo e del croato Simic, 21enne di proprietà della Sampdoria già apprezzato in B ad Empoli. La carta Everton Luiz, brasiliano acquistato dal Partizan, va invece a rinvigorire il centrocampo di Semplici. Salutano Ferrara destinati alla Serie B i difensori Oikonomou (Bari) e Cremonesi (Entella).

TORINO

Sfumato l’affare Donsah, l’unico vero desiderio di gennaio del Torino di Cairo. Nulla di fatto per il centrocampista ghanese del Bologna, ecco perché le uniche operazioni in entrata dei granata vanno circoscritte al classe 2000 Adopo e al moldavo Damascan, 19enne attaccante dello Sheriff Tiraspol che arriverà in estate. Abbandonano piuttosto la corte di Mazzarri i giovani Gustafson (Perugia) e Boyé, quest’ultimo in prestito in Spagna al Celta Vigo.

UDINESE

Un semplice ritocco per l’Udinese nella sessione invernale, trattasi di Zampano già allenato da Oddo ai tempi del Pescara. Più corposo il mercato in uscita con gli addii a titolo temporaneo di Matos (Hellas) e Bajic (Basaksehir), Mallé (Lorca) ed Ewandro (Estoril) ad alleggerire la rosa friulana fino al termine della stagione.

Speciale Calciomercato 2018

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI