Calciomercato Juventus, Marotta: "Emre Can, entro 10 giorni si chiude. Darmian interessa, Pogba fantamercato"

Calciomercato

L’amministratore delegato bianconero ha parlato delle strategie di mercato del club: "Per il centrocampista del Liverpool sono ottimista, sì a Darmian e Perin. Morata attualmente utopistico, non ci avventuriamo su Milinkovic. Pogba? Fantamercato"

JUVENTUS, PARATICI INCONTRA MORATA E DARMIAN
JUVENTUS FORTE SU DARMIAN: ALLO UTD PIACE MANDZUKIC
#SKYCALCIOMERCATO, TUTTE LE NOTIZIE

Dalle ipotesi che portano a Matteo Darmian e Mattia Perin fino alla suggestione Alvaro Morata, fino alla chiusura del colpo Emre Can e alle voci relative ad un clamoroso ritorno di Paul Pogba. La Juventus si tuffa sul mercato in vista della prossima stagione, a parlare delle strategie del club bianconero è stato l’amministratore delegato Giuseppe Marotta, che ai microfoni di Sky Sport ha fatto chiarezza sulle operazioni in corso. Il primo rinforzo per Massimiliano Allegri potrebbe essere proprio Emre Can, in scadenza di contratto con il Liverpool e bloccato da tempo dalla società bianconera. "Emre Can non l’ho nascosto io – ha detto Marotta -, è evidente che la sua posizione è quella di un giocatore in scadenza di contratto il prossimo 30 giugno. Ha rappresentato ed è un giocatore appetibile per tanti club, io sono ottimista perché la Juventus è un grande club, Emre Can è un grande giocatore, per cui nel momento in cui deciderà di abbandonare la sua società di oggi che è il Liverpool, penso che avremo delle grandi chanches. Io credo che nel giro di dieci giorni questa operazione comunque si potrà definire, sia in senso positivo o negativo, ma io sono ottimista".

Sì a Perin, Darmian ci interessa: opportunità concreta

Tra chi potrebbe vestire il bianconero anche Mattia Perin, avvicinato alla Juventus dopo l’addio di Buffon. Marotta, pur negando di aver chiuso l’operazione, non ha escluso il nome del portiere del Genoa da quello dei possibili rinforzi: "L’erede naturale di Buffon è Szczesny, abbiamo fatto una scelta l’anno scorso e siamo contenti di questa scelta. Sicuramente però io ho sempre detto che per un grande club come la Juventus il fatto di partecipare a grandi competizioni significa avere due portieri all’altezza – ha chiarito l’ad bianconero -, quindi non nascondo che andremo a cercare un portiere di elevata caratura. Perin è un portiere di elevata caratura, però da qua a dire che noi abbiamo intavolato una trattativa o che abbiamo già definito il rapporto ne passa molto". Un altro obiettivo concreto è Matteo Darmian, individuato come profilo ideale per la difesa dopo le partenze di Asamoah e Lichtsteiner: "Darmian può rientrare in quelle opportunità di giocatori e profili che noi ricerchiamo – ha aggiunto Marotta -, perché oltretutto è un giocatore italiano e noi consideriamo sempre che lo zoccolo duro di una rosa come la Juventus debba essere rappresentato da giocatori che poi possono indossare anche la maglia azzurra, perché gli italiani hanno più capacità e più velocità nel capire quello che è l’habitat naturale nostro. Di conseguenza, è chiaro e non lo nascondo, Darmian è un profilo che ci interessa".

Mandzukic, smentita di rito

Spazio poi alla questione relativa a Mario Mandzukic, il cui futuro sembrerebbe distante dalla Juventus. L’attaccante croato è seguito anche dal Manchester United e potrebbe entrare nell’ambito dell’operazione che porterebbe in bianconero proprio Darmian. Da Marotta, però, è arrivata una smentita di rito: "Vale il principio di sempre in casa Juve, quando un giocatore chiede di andare via cerchiamo sempre di accontentarlo, soprattutto nel momento in cui magari siano venuti meno gli stimoli o vi siano motivazioni diverse. In questo momento non dobbiamo registrare nessuna presa di posizione di questa natura, per cui devo dire che Mario Mandzukic è e sarà a tutti gli effetti un giocatore della Juventus anche l’anno prossimo".

Morata? Al momento utopistico

Circa Alvaro Morata, che nella giornata di mercoledì è stato protagonista di un incontro casuale con il ds della Juventus Fabio Paratici in via Montenapoleone a Milano, Marotta è stato cauto: "Ora siamo nella fase più importante del calciomercato, quindi ogni giorno abbinano alla Juventus i nomi di tanti calciatori. Da riscontrare c’è anche la vicenda Morata che oggi è all’ordine del giorno. I giocatori più importanti di questo ciclo della gestione Agnelli hanno tutti un grande ricordo della Juventus, direi che quasi tutti manifestano di voler riassaporare questo clima juventino. Al di là di questo sono semplicemente delle voci, per cui ci tengo a smentire e a non illudere nessuno, perché oltretutto noi abbiamo un reparto offensivo di grandissima caratura internazionale, per cui è un settore dove veramente non dobbiamo puntellare nulla. Di conseguenza ogni operazione oggi appare utopistica".

Nessun ritocco per Dybala, Higuain e Douglas Costa non si muovono

Da Alex Sandro a Dybala, fino a Higuain e Douglas Costa: idee chiare per la società bianconera. "Con i rappresentanti di Alex Sandro ci vedremo nella prossima settimana e credo che sia auspicabile un prolungamento del contratto, ma fa parte di quei confronti direi abbastanza ordinari che si registrano al termine della stagione. La posizione di Dybala è abbastanza definita – ha detto Marotta -, è sicuramente un giocatore sul quale noi abbiamo riposto tanta fiducia e siamo molto contenti di quello che lui ha fatto e di quello che sta facendo. Dal punto di vista contrattualistico credo che già l’anno scorso quando abbiamo prolungato il contratto si è definito l’aspetto contrattualistico ed economico. Higuain? E’ un giocatore alla seconda stagione con noi, ha fatto molto bene e siamo molto contenti. Non ci sono in questo momento allarmismi di nessuna natura, se dovessero arrivare delle richieste non le terremo in considerazione. Ancora meno per Douglas Costa,  sapete che la sua è una cessione avvenuta a titolo di prestito l’anno scorso, abbiamo un’opzione a nostro favore per riscattarlo definitivamente. Oggi è un giocatore del Bayern, lo andremo sicuramente a riscattare da qui al 30 di giugno per cui sicuramente starà con noi nella prossima stagione".

No a Milinkovic. Pogba? Fantamercato

Chiusura dedicata alle voci che vorrebbero la Juventus vicina a Sergej Milinkovic-Savic e Paul Pogba, Marotta ha smentito in maniera secca: "Milinkovic? E’ un grande talento, però anche qua ci tengo a chiarire immediatamente che, considerati anche i valori di mercato, noi non ci avventuriamo su questa pista perché, tra le altre cose, direi che la nostra rosa oggi è competitiva per quelli che sono i nostri traguardi, ovvero quelli massimi per un club europeo. Oltretutto abbiamo in cantiere delle operazioni importanti. Pogba? Fantamercato – ha concluso l’amministratore delegato della Juve -, perché al di là di riscontrare il fatto che lui stesso ha espresso grande ammirazione e simpatia per il nostro club, ritengo che i valori sia di trasferimento che di ingaggio e quindi emolumenti a lui riservati sono distanti da quelli che sono i nostri logici parametri di buon senso".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche