Calciomercato Fiorentina, Badelj saluta: "Scelta difficile, ma ho bisogno di mettermi alla prova"

CalcioMercato

Il centrocampista croato saluta la Fiorentina: "Questa città ti dà stabilità, ma la vita di un calciatore è breve e ho bisogno di mettermi alla prova. Chiedo scusa ai tifosi, ma ringrazio tutti: in questi anni sono diventato un uomo"

CORVINO: "BADELJ ANDRA' VIA, CHIESA PUNTO FERMO"

LA LETTERA DI SAPONARA

Quattro stagioni alla Fiorentina, per un'esperienza ora giunta al termine. Milan Badelj è in scadenza, il 30 giugno finirà il suo rapporto con i viola. E il centrocampista classe 1989 non ha intenzione di rinnovare, lascerà Firenze. Ad annunciarlo è stato lo stesso Milan Badelj, che ha scritto una lettera ai tifosi viola: "Non ci sono sempre scelte facili nella vita, anche quando sembra che lo siano ma in realtà ognuno di noi è diverso e quelli che mi conoscono sanno che sono una persona che cerca sempre di andare oltre – ha dichiarato il centrocampista - Forse sbaglio ma anche 'oggi' vorrei provare ad andare oltre, lasciando il luogo che considero casa mia, luogo dove ho trovato serenità, equilibrio e felicità: in una parola è un posto da 'stabilita'. Poi però devo fare i conti anche con la realtà: la vita di un giocatore non è lunghissima e io purtroppo non sono pronto per dedicarmi alla Fiorentina per sempre: ho ancora la voglia e l'entusiasmo di "mettermi alla prova", scrive Badelj.

"Grazie Firenze, vi chiedo scusa"

Poi ancora: "Ho tanti pensieri nella mente, vorrei dire tante cose a ognuno di voi, chiedervi scusa e provare a spiegarvi, come sto cercando di fare, perché lo meritate e meritate molto di più per tutta la fedeltà, per l'amore passionale e per la grandissima sensibilità e riservatezza nei momenti della difficoltà! Mi permetto di dirvi solo un GRAZIE, scritto il più grande possibile: GRAZIE FIRENZE! Sono stati momenti indimenticabili sia nel bene che nel male ma lo abbiamo sempre fatto insieme e questo mi fa essere orgoglioso e mi fa sentire parte di VOI".

"In questi anni sono cresciuto come uomo"

Poi i tanti ringraziamenti, dallo staff ai compagni di squadra: "Vorrei dire anche grazie a tutte le persone che sono state sempre vicino a me, a tutti i miei ex allenatori con i loro staff, tutti gli ex giocatori con cui andavo festeggiare sotto le curve e tribune viola e grazie a tutti quelli con cui uscivo dal campo con la testa bassa dopo le sconfitte, ma sempre con la voglia di rialzarla. Ma permettetemi di dire grazie soprattutto ai miei compagni di quest’anno, senza aggiungere perché. Vorrei dire grazie allo Staff medico che lavora nell'ombra, per tutto ciò che sta facendo. Ai Magazzinieri che si preoccupano di noi come se fossimo tutti figli di loro, alla Società che ha creduto in me e mi ha permesso di giocare nel Campionato italiano, a tutte le persone che ho incontrato anche solo per poco e scusatemi se ho scordato qualcuno. Non è facile in certi momenti essere lucidi e esprimere tutto ciò che si prova ma di una cosa sono certo gli anni trascorsi con tutti voi mi hanno fatto crescere come uomo", conclude il calciatore croato.

Milan... Badelj?

Milan, di nome, lo è di sicuro. Ora vedremo se lo sarà anche calcisticamente. Già, perchè il Milan sembrava una delle ipotesi più concrete per il futuro del croato. I rossoneri ci provarono già l'anno scorso, Badelj rappresentava una delle alternative a Lucas Bigla. Poi non se ne fece più nulla, la Fiorentina decise di tenerlo nonostante un contratto in scadenza a distanza di un anno. Ora che Badelj ha deciso di non rinnovare, diventa uno dei parametri zero più appetiti. Ma nelle ultime ore sembra non essere più così scontato il suo futuro in rossonero, anzi. E sullo sfondo restaon altre piste, per il momento non ancora svelate. Una sola la certezza: la prossima stagione Capitan Coraggio non giocherà più in viola

I più letti