Record: Cristiano Ronaldo lascia il Real Madrid. L'Italia tra le possibili destinazioni

Calciomercato

Il quotidiano portoghese è certo: «Decisione irreversibile del calciatore». Alla base dell'addio dei dissidi con il presidente Perez. Il giornale indica anche un possibile futuro in Italia, oltre che in Francia o in Inghilterra

MARCA: "LA JUVE FA SUL SERIO PER CR7"

CALCIOMERCATO NEWS, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

Le strade di Cristiano Ronaldo e il Real Madrid sono pronte a separarsi, questa volta definitivamente. Secondo quanto riporta Record infatti, uno dei tre quotidiani sportivi portoghesi, la «decisione di CR7 di lasciare i Blancos è irreversibile». I motivi di questa scelta sono ormai chiari da tempo: il mancato rinnovo contrattuale e un rapporto che si è ormai incrinato con Florentino Perez. A sorpresa, tra le possibili future destinazioni indicate da Record c'è anche l'Italia (Juventus, Inter, Roma e Milan), oltre alla Francia (naturalmente solo il Psg) e l'Inghilterra, dove potrebbe far ritorno al Manchester United, meta preferita anche dalla mamma del cinque volte Pallone d'oro. I malumori di Ronaldo non sono dovuti a una questione di soldi o di gelosia verso Neymar - che attualmente guadagna più di lui -, ma a una mancanza di riconoscimento nei suoi confronti per tutto quello che ha dato in questi 9 anni al Real. Dopo la finale di Cardiff vinta contro la Juve, il patron del club aveva promesso al portoghese un prolungamento di contratto, con tanto di ritocco all'ingaggio, ma questo rinnovo alla fine non è mai arrivato. Martedì c'è stato l'ultimo contatto tra José Angel Sanchez, direttore generale della società madrilena, e l'entourage del calciatore, guidato da Jorge Mendes, al quale è stato comunicato l'intenzione di non ritoccare ulteriormente lo stipendio già percepito da CR7, circa 21 milioni di euro, per farlo arrivare ai tetti raggiunti da Messi e Neymar.

L'esito di questo incontro - la goccia che ha fatto traboccare il vaso - è confermato anche da Marca, autorevole fonte spagnola, che cita anche l'asso brasiliano come una delle ragioni che hanno spinto Cristiano a voler cambiare squadra dopo quasi 10 anni. La volontà della dirigenza di sacrificarlo per acquistare l'ex Barça non è infatti piaciuta al portoghese. Ad acuire inoltre la rottura del rapporto con Perez è stato l'addio di Zidane. Dopo aver salutato in questi anni alcuni amici e compagni come Coentrao, Pepe e James Rodriguez, l'attaccante ha costruito un forte legame con Zizou e l'abbandono del francese alla panchina del Real gli ha fatto capire che la sua avventura a Madrid probabilmente sia giunta al capolinea. Si vedrà nei prossimi giorni chi avrà la forza per tentare l'affondo al fuoriclasse di Madeira.

Le parole dopo la finale

Ricordiamo le parole di CR7 dopo la finale di Champions League: “E' stato molto bello giocare nel Real Madrid, e nei prossimi giorni darò una risposta ai tifosi, che sono sempre stati al mio fianco”.
Puntuale era stata anche la risposta di Florentino Perez: “Ha detto che è stato bello giocare nel Madrid perché è così! E’ molto bello giocare nel Madrid. Lui ha 5 Champions come me e 4 le ha vinte qui non si vince in tutti i club la Champions. Devi avere le giuste condizioni e credo che al Real Madrid c’è tutto per permettere ai giocatori di vincere la Champions. Se è un messaggio per lui affinché resti? Ha contratto è normale che resti...”.

Il contratto

Ronaldo ha un contratto in essere fino al 2021 (ultimo rinnovo nel 2016) con una clausola di 1 miliardo di euro. Secondo il quotidiano spagnolo MARCA “il Real Madrid non è intenzionato a migliorare il contratto di Cristiano trasformandolo nel più pagato perché ha un contratto firmato poco meno di due anni fa, perché ormai ha 33 anni, perché il club non vuole sottostare a giochi di denaro di Mendes”.

Quanto costa Cristiano Ronaldo?

Valore di mercato (considerando lo stipendio residuo) secondo Playratings: 141,1 milioni di euro. A questi vanno aggiunti (sempre che al Real "bastino"): commissioni, stipendio. Ipotizzando per esempio un ingaggio da 40 milioni netti l'anno (presumendo che il portoghese voglia almeno eguagliare Messi) sarebbero: 80 lordi per 5 anni (sulla durata si può discutere visto l'età), ossia 400 milioni lordi solo di stipendio. Fossero 4 gli anni di contratto (ossia fino al 2022, anno del prossimo Mondiale) sarebbero 320 milioni lordi di ingaggio più il costo del cartellino. E' un'operazione - comunque - da almeno 400/500 milioni di euro.

Patrimonio e sponsor di CR7

Nessuno può confermare con certezza la cifra esatta, ma viene stimato che il patrimonio netto si aggiri tra i 230 e i 290 milioni di euro. Secondo Forbes, Ronaldo ha guadagnato più di ogni altro sportivo nel 2017: 93 milioni di dollari per Cristiano (tra ingaggio Real, sue attività imprenditoriali e sponsor), che superano persino gli 86,2 di LeBron James e gli 80 di Leo Messi. In questa speciale classifica presente anche Neymar, 18° con 37 milioni.

L’ingaggio dei big:

1. MESSI – 20 milioni lordi all'anno al giocatore (100 in totale) come bonus per aver rinnovato, 50 milioni lordi a stagione (250 in totale) come stipendio.
2. NEYMAR - Sono 30 i milioni netti che la squadra francese paga al brasiliano
3. OSCAR (Shanghai SIPG) - Circa 25 milioni di euro)
4. RONALDO - poco meno di 22 milioni a stagione. L’ultimo rinnovo è del 2016
5. HULK (Shanghai SIPG) – Contratto pluriennale da 20 milioni netti a stagione

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche