Calciomercato, Griezmann: "Futuro? C'è tempo". Ma Messi lo chiama al Barcellona

Calciomercato
griezmann_ok

L'attaccante dell'Atletico non si sbilancia sul suo futuro: "Deciderò prima dell'esordio Mondiale con la Francia". Messi intanto lo chiama al Barcellona: "Per vincere la Champions servono i migliori e lui è tra questi"

MERCATO LIVE: TUTTE LE TRATTATIVE

GIROUD, INFORTUNIO CHOC: LA TESTA E' RICOPERTA DI SANGUE

MBAPPE' SALVA LA FRANCIA, SOLO 1-1 CONTRO GLI USA

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

Un futuro ancora tutto da decidere, in quale squadra giocherà nella prossima stagione Antoine Griezmann? L'attaccante francese dell’Atletico Madrid è da tempo nel mirino del Barcellona, pronto a fare follie pur di portarlo in blaugrana. Una decisione, quella del talento classe 1991 che arriverà a breve: a svelarlo è lo stesso Griezmann, che ha parlato così durante un'intervista rilasciata a Téléfoot, programma televisivo francese, poche ore dopo la sbiadita prestazione sua e di tutta la sua nazionale contro gli Usa. "In Spagna alcuni dicono che io resto all'Atletico, altri che io vada via e io... lo dirò prima della gara d'esordio della Francia al prossimo Mondiale. La Coppa del Mondo per la Francia inizia sabato contro l'Australia, c'è ancora tempo dunque", le parole dell’attaccante dell’Atletico Madrid che lascia così aperte tutte le ipotesi in merito al suo futuro.

Messi chiama Griezmann: "E' tra i migliori"

Restare all'Atletico Madrid, club con cui nelle scorse settimane ha vinto l'Europa League, oppure andare via, magari proprio al Barcellona? A provare a convincere Griezmann a trasferirsi al Camp Nou ci ha pensato direttamente Leo Messi. In un'intervista rilasciata a Sport, infatti, il fenomeno argentino ha usato parole importante per il collega: "Non so se il suo acquisto sia prioritario per il club, ma per conquistare ciò che vogliamo, che è la Champions League, bisogna avere i giocatori migliori. E  Antoine Griezmann è sicuramente tra questi".

Messi: "Anno complicato per la vicenda con il fisco"

Messi ha poi proseguito: "Abbiamo fatto un grande anno con il doblete. È vero che il sogno di tutti è la Champions, per tutto quello che significa vincerla ma non c'è bisogno di sminuire la stagione che abbiamo fatto. Vincere la Liga e la Champions sono cose diverse. Abbiamo avuto la sfortuna di uscire fuori dalla Champions. Ma nonostante questo la stagione del Barcellona è stata buona". Chiusura finale sulla sua annata: "E' stato un anno complicato, soprattutto per la vicenda con il fisco. Non mi sono depresso ma è stata dura''.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche