Calciomercato, Ben Arfa: pazza proposta da 800 euro al mese da una squadra di dilettanti

Calciomercato
ben_arfa_getty

Il calciatore di origini tunisine, che si svincolerà a breve dal Psg, ha ricevuto un'insolita proposta dall'US Castétis-Gouze, squadra della quarta divisione francese: "800 euro lordi al mese più bonus. In più un comodo alloggio nell'oratorio parrocchiale e una macchina che ha difficoltà a partire"

CALCIOMERCATO: TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

5 aprile 2017. È la data in cui Hatem Ben Arfa è sceso per l'ultima volta in campo. Da lì un anno di oblio, non dovuto a precarie condizioni fisiche ma a semplici scelte tecniche che lo hanno fatto sparire gradualmente dai radar del Psg. Una brutta situazione a cui il giocatore ha provato a porre rimedio agendo anche per vie legali, non perdendo tuttavia il buon umore, come dimostrato lo scorso 5 aprile quando ha "festeggiato" l'anno completato senza giocare con una piccola torta e immortalando il tutto sui propri canali social. L'incubo per il trequartista di origine tunisine sta per concludersi. Il 30 giugno infatti scadrà il suo contratto con i parigini e Ben Arfa, 31 anni compiuti a marzo, è pronto finalmente a voltare pagina. Ma dove? Le proposte per lui non mancano, con i club europei che non hanno dimenticato quanto fatto vedere al Nizza, dov'era tornato alla ribalta mettendo a segno 17 gol in 34 presenze e che avevano convinto la società presieduta dallo sceicco Al Khelaifi a puntare su di lui. L'esperienza, evidentemente, non è andata come ci si aspettava e adesso è il momento di trovare una nuova dimensione da cui ripartire. In attesa che il giocatore valuti con cura quale sarà il suo futuro, nel piatto delle varie proposte ne è arrivata una molto particolare. È quella dell'US Castétis-Gouze, club dilettante della D1, che ha inviato all'avvocato del francese un documento di otto pagine in cui offre al giocatore un contratto in cui percepirebbe molto meno rispetto ad altre realtà, ma gli permetterebbe di diventare il re in una dimensione più ristretta, quella del distretto di Pyrénées-Atlantiques.

Fonte foto Twitter: @Buzz_monde

    

"Ben Arfa riceverà uno stipendio mensile di 800 euro lordi - si legge nella bozza presentata dalla piccola società transalpina -. In più ci sarà un bonus di 20 euro per ogni gol realizzato, di 25 euro per ogni assist vincente effettuato (perché è molto meglio che segnare) e 30 euro per ogni cartellino rosso provocato agli avversari". A tutto questo l'US Castétis-Gouze ci ha aggiunto anche dei piccoli benefit, che non comprendono però quello della lavanderia - "i panni dovrà lavarseli da solo" -, e che partono da un alloggio dotato di tutti i comfort all'interno di un oratorio parrocchiale per finire a un veicolo che non ha certezza di partire, ma che in discesa funziona a meraviglia. Il tutto condito poi dall'amore della squadra e dei tifosi, l'aspetto principale che è venuto meno a Parigi, e dal sostegno incondizionato dei compagni che gli ricorderanno costantemente che la sua carriera non è ancora finita e concluderanno ogni allenamento con una sessione di sofrologia, una tecnica di rilassamento basata sull'uso combinato di parole e musica. Una proposta intrigante per il trequartista classe 1987. Sarà pronto a scendere di categoria pur di ritrovare la serenità?

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche