Calciomercato, Conte-Chelsea: ufficiale il divorzio

Calciomercato
GettyImages-958293290

Un freddo comunicato sancisce la separazione tra Antonio Conte e il Chelsea. Un addio annunciato, ma non per questo "pacifico", che avrà ripercussioni. Via libera per Sarri, che può cominciare la sua nuova avventura a Londra

CONTE-CHELSEA, L'EPILOGO PIU' AMARO POSSIBILE

CALCIOMERCATO LIVE: TUTTE LE NOTIZIE

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

Un addio annunciato da tempo, che oggi è stato sancito da un freddo comunicato stampa. Antonio Conte e il Chelsea “si separano”, così recita il testo; ma a dispetto dell’augurio finale di rito, la storia di questo divorzio è lunga e complessa. Conte ha persino cominciato la stagione, sebbene tutti sapessero che sarebbe stato destituito nel giro di pochi giorni. Ma tra lui e il club i rapporti erano tesi già da parecchio e la conclusione del rapporto sarà tutt’altro che “pacifica”. Se da un lato infatti il Chelsea potrebbe contestare a Conte alcuni comportamenti non troppo apprezzati dalla dirigenza e da Abramovich – come ad esempio la gestione del caso Diego Costa – lo stesso Conte è forte di una clausola, una sorta di penale della quale aveva preteso l’inserimento in sede di rinnovo del contratto. Una clausola che prevedeva che, in caso di esonero, a Conte sarebbe stata riconosciuta una cifra addirittura superiore a quella dello stipendio e che lo avrebbe liberato da ogni vincolo contrattuale. La società inglese però, alla luce dei comportamenti che contesta a Conte, vorrà rivendicare il licenziamento per giusta causa, ritenendo che non sussistano più i termini per riconoscere quella somma all’ex Ct dell’Italia.

Il comunicato del Chelsea, i saluti di Terry e Fabregas

"Il Chelsea e Antonio Conte si separano. Con Antonio abbiamo vinto il nostro sesto campionato e la nostra ottava FA Cup. Nella stagione della vittoria del titolo, il cliub ha centrato un record di 30 vittorie in 38 partite di Premier League e una striscia di 13 vittorie consecutive. Auguriamo ad Antonio ogni successo per il suo futuro". Di tutt'altro tenore era stato il saluto di John Terry, bandiera dei Blues: "Grazie Boss", ha scritto Terry di fianco all'emoticon di un cuore e una coppa. "Grande uomo, grande manager. Ti auguro ogni successo per il futuro". E anche Fabregas aveva lasciato un messaggio sincero, nonostante all'inizio le cose tra i due non fossero andate molto bene: "Grazie Mister per un altro titolo in Premier League e in FA Cup. Non è stato facile per me convincerti all'inizio, ma alla fine spero di averti reso orgoglioso. Buona fortuna per il futuro".

Ora Sarri

L'ufficialità dell'addio tra Conte e il Chelsea apre le porte di Londra a Maurizio Sarri, che dopo aver risolto la questione contrattuale con il Napoli e De Laurentiis, è pronto a sbarcare in Inghilterra. Si porterà, presumibilmente, Gianfranco Zola come secondo e Jorginho dal Napoli. E non è da escludere che Sarri possa pescare dalla Serie A anche altri rinforzi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche