Calciomercato Roma, Pallotta: "Malcom? Non accetto le scuse del Barcellona, a meno che non ci vendano Messi"

Calciomercato

Il presidente giallorosso ha parlato ad una radio americana, soprattutto di mercato: dal caso Malcom, rivelando un retroscena sul Barcellona, alla partenza di Alisson, fino agli arrivi di Pastore e Kluivert

CALCIOMERCATO: TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

MONCHI: "PER MALCOM NON VOLEVO FARE UN'ASTA"

Mentre la Roma è impegnata nell’International Champions Cup (sconfitta all’esordio 4-1 contro il Tottenham), proprio dagli USA è tornato a parlare il presidente giallorosso James Pallotta. Lo ha fatto ad una radio, Sirius XM, parlando soprattutto di calciomercato. Tra la cessione di Alisson, gli arrivi di Kluivert e Pastore e il caso Malcom, ecco quanto dichiarato da Pallotta: “Ieri il Barcellona ci ha chiesto scusa per l’affare Malcom. Io però non le accetto, a meno che non ci vendano Messi. Il giocatore – ha continuato Pallotta – voleva venire alla Roma. Con il Leicester e l’Everton c’erano stati solo colloqui formali”. Da un possibile arrivo sfumato ad una partenza ‘dolorosa’, ma redditizia: quella di Alisson. “Settanta milioni sono tanti, dai. Siamo seri” – ha commentato Pallotta.

"Kluivert come Allen Iverson, Pastore ci serviva"

Il presidente giallorosso si è poi concentrato sulle note positive della campagna acquisti, soprattutto sugli arrivi di Pastore e Kluivert: “Visto il potenziale che abbiamo in attacco, ci serviva uno come Pastore che distribuisce il pallone”. Sul giovane arrivato dall’Ajax, invece, un paragone cestistico: “È come Allen Iverson,(iconico ex giocatore dei Philadelphia 76ers, ndr) però con i piedi”.

I più letti