Calciomercato Manchester City, Guardiola: "Jorginho vicino, ma voleva Sarri: non potevo costringerlo"

CalcioMercato

L'allenatore del Manchester City sulla trattativa per Jorginho: "Ci abbiamo provato ed eravamo vicini, poi lui ha scelto di restare con Sarri. Non potevo costringerlo, ma questa decisione poteva prenderla prima. Il campionato inglese ha ora un centrocampista eccezionale"

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

MERCATO LIVE, TUTTE LE TRATTATIVE

Un futuro in Inghilterra ormai già segnato da tempo, con il Manchester City ad un passo. Alla fine, però, Jorginho ha scelto il Chelsea e ora è già perno fondamentale della nuova squadra di Maurizio Sarri. L'italo-brasiliano ha scelto di restare con l'allenatore che lo ha valorizzato negli ultimi tre anni tanto da arrivare a valere ben 57 milioni più 8 di bonus, cifra pagata dai Blues al Napoli. Proprio del mancato arrivo di Jorginho ha parlato Pep Guardiola, alla vigilia della sfida contro il Chelsea per la finale della Community Shield: "Siamo stati vicini ma alla fine Jorginho ha deciso di rimanere con Sarri - ha dichiarato lo spagnolo - Ho sempre detto che voglio giocatori che desiderano venire qui. Lui non lo voleva. Ci abbiamo provato, abbiamo creduto fosse chiusa ma all'ultimo momento ha deciso per il Chelsea. Una cosa abbastanza simile a quanto accaduto con Alexis Sanchez a gennaio".

"La decisione poteva arrivare prima..."

Guardiola ha quindi accettato serenamente la scelta di Jorginho, anche se critica il momento in cui questa decisione è arrivata: "Forse è stato un po' tardi per annunciarlo, ma se decidi di non venire allora è meglio che non vieni – prosegue – Sarebbe stato un bel colpo, ma ha preferito il Chelsea. Nessuno gli ha puntato una pistola alla testa per costringerlo a venire. Niente da dire, buona fortuna al Chelsea. Il calcio inglese sicuramente ora ha un centrocampista eccezionale".

I più letti