Calciomercato Milan, Piatek o Batshuayi: ecco il piano per sostituire Higuain

CalcioMercato

Higuain diretto al Chelsea, il Milan è a caccia del sostituto: Piatek del Genoa il primo nome sulla lista, possibile incontro venerdì tra Leonardo e Preziosi se arriverà l'ok di Elliott all'investimento. Possibile anche la pista Batshuayi in prestito

MERCATO LIVE, TUTTE LE TRATTATIVE

HIGUAIN, 20' IN SUPERCOPPA: CHELSEA VICINISSIMO

HIGUAIN-CHELSEA, E' FATTA: I DETTAGLI

Quella della Supercoppa Italiana è una delusione da smaltire velocemente: il Milan deve ora pensare al campionato e, soprattutto, al calciomercato. Gonzalo Higuain, dopo il caos della vigilia del match di Gedda, in cui ha giocato solo 20 minuti, è infatti pronto al trasferimento al Chelsea: intesa di massima tra Blues e Juventus per il suo passaggio in Premier League. A questo punto, però, il Milan si ritrova costretto a trovare nel minor tempo possibile un sostituto per far fronte alla partenza dell’argentino. Sono due le strade che Leonardo e la dirigenza possono percorrere.

Piatek il grande obiettivo

Il “Piano A” del Milan porta il nome di Krzysztof Piatek. È lui il prescelto della società, il grande obiettivo di Leonardo. Entro la mattinata di venerdì ci sarà un confronto con la proprietà rossonera, che dovrà decidere se autorizzare o meno un investimento che sarebbe comunque molto importante. Per Piatek il Genoa vuole solo soldi, senza formule particolari: richiesta di almeno 40 milioni più 5 di bonus (questi ultimi li pagherà nel caso il Cracovia). Nel caso in cui la società dia l’ok a Leonardo, allora ci sarà un primo incontro con il presidente rossoblu Preziosi, che corrisponderà alla formulazione della prima offerta, alla cifra che il fondo riterrà opportuna.

Ipotesi prestito di Batshuayi

Il Milan ha però anche un “Piano B”. Un’ipotesi di calciomercato che porta all’attaccante del Valencia Michy Batshuayi. Autore di 3 gol nelle prime 25 giocate in Spagna in questa prima parte di stagione, il belga potrebbe essere una strada nel caso in cui il fondo Elliott privilegi un piano più conservativo: il classe 1993 potrebbe arrivare in prestito, senza impegni certi per il suo riscatto. E un retroscena confermerebbe questa situazione: proprio nella giornata di mercoledì il Monaco, che aveva quasi chiuso l’affare col Valencia, ha comunicato che il suo arrivo è stato bloccato perché manca l’ok del Chelsea, proprietario del cartellino del giocatore, segnale di come voglia “aspettare” il Milan.

I più letti