Calciomercato Chievo, c'è Schelotto: oggi le visite mediche. È un ritorno in Italia dopo 3 anni e mezzo

CalcioMercato

L'esterno argentino di passaporto italiano saluta il Brighton dopo un anno e mezzo. Ripartirà dal Chievo, ultima maglia indossata prima dell'addio alla Serie A nell'estate 2015. Fino al 31 gennaio tutte le sere su Sky Sport Football e Sky Sport 24 "Calciomercato l'Originale", con Bonan, Di Marzio e Fayna

CALCIOMERCATO LIVE, TUTTE LE TRATTATIVE DI OGGI

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

COME CAMBIA IL CHIEVO CON SCHELOTTO

A tre anni e mezzo dal suo addio al calcio italiano, Ezequiel Schelotto torna in Serie A e lo fa passando al Chievo Verona, ultima maglia indossata nel nostro campionato dopo quelle di Cesena, Catania, Atalanta, Inter, Sassuolo e Parma. Dopo 18 mesi con il Brighton in Premier League, per l'esterno argentino di passaporto italiano è pronto un altro trasferimento in prestito.

Chievo, torna Schelotto: a Verona 29 presenze nella stagione 2014/2015

Alla soglia dei 30 anni, che compirà il 23 maggio, Schelotto si riaffida alla Serie A per rilanciarsi dopo tre anni e mezzo tra Sporting Lisbona e Brighton. El Galgo, così come era stato soprannominato ai suoi primi passi al Banfield prima di arrivare in Italia al Cesena, sosterrà in giornata le visite mediche e poi si legherà per sei mesi al Chievo. La missione di squadra è quella di mantenere la categoria, con Sorrentino e compagni oggi distanti nove punti dalla quota salvezza rappresentata dall'Empoli, mentre l'obiettivo personale è quello di tornare protagonista in un campionato nel quale aveva seminato tante promesse, non sempre mantenute. Dopo l'ottimo esordio a Cesena e la parentesi a Catania, è con i colori nerazzurri sulle spalle che Schelotto ha costruito la migliore fase della sua carriera. L'anno e mezzo da protagonista trascorso all'Atalanta, dal 2011 al gennaio 2013, aveva fruttato la convocazione in Nazionale con la maglia dell'Italia (una presenza, nell'agosto 2012 in amichevole contro l'Inghilterra a Berna) e il passaggio a titolo definitivo all'Inter per 3,5 milioni di euro più la metà del cartellino di Marko Livaja. A Milano lo ricordano per il gol del pareggio in un derby del 24 febbraio 2013, ma a fine stagione nei piani di Walter Mazzarri non ci fu più spazio per Schelotto. Che ha salutato l'Italia due anni dopo, non prima di passare per Sassuolo, Parma e appunto Verona, sponda Chievo. Dove ora ha deciso di tornare, per riprendere quel discorso interrotto con il calcio italiano.

I più letti