Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
31 gennaio 2019

Conte: "Dall'Italia non ho avuto proposte per la panchina. Il campo mi manca, ma sono sereno"

print-icon

L'ex Ct della Nazionale, intercettato da Gianluca Di Marzio, parla a Sky del suo futuro e della sua voglia di calcio: "Il campo mi manca, sono in attesa di una nuova destinazione. Offerte dall'Italia? Ancora nulla".

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

CALCIOMERCATO LIVE, TUTTE LE TRATTATIVE DI OGGI

CHELSEA, CONTE-DIEGO COSTA: UN MESSAGGIO DA 100 MILIONI

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Torna a parlare per la prima volta dopo l'addio alla panchina del Chelsea, maturato nella scorsa estate, Antonio Conte. L'ex Ct della Nazionale italiana e allenatore di Juventus e Blues era di passaggio a Milano dopo aver assistito dal vivo a Bergamo ad Atalanta-Juventus 3-0, partita che ha comportato l'eliminazione dei bianconeri di Massimiliano Allegri dalla Coppa Italia 2018/2019.

Conte: "Il campo mi manca, dall'Italia non ho avuto offerte"

La sua presenza, ha assicurato Conte ai microfoni di Sky Sport, non è però legata al calciomercato o a imminenti novità che lo riguardino su panchine italiane: "Il campo mi manca - le sue parole - ma avevo deciso di prendermi quest'anno di riposo e sono molto sereno. Sono in attesa di una nuova destinazione, che ovviamente non si sa. Sono venuto da Londra a Milano per vedere la partita della Juve. Inter? Dall'Italia non ho ricevuto nessuna offerta". Milano a fine gennaio fa rima con calciomercato. Dopo tante sessioni vissute da protagonista, in attesa di eventuali rinforzi per le squadre che allenava, Conte assiste alle trattative da spettatore: "Da allenatore ho sempre vissuto il calciomercato andando a dormire e sperando che il giorno dopo accadesse qualcosa. Di solito si cerca sempre di chiudere gli affari prima dell'ultimo giorno, ma sappiamo anche che l'ultimo giorno è quello con più adrenalina". Solo una battuta sul Chelsea, sconfitto per 4-0 dal Bournemouth nell'ultimo turno di Premier League: "Per me il Chelsea è il passato - la secca replica di Conte - non mi va di parlarne anche perché c'è sempre una causa in corso tra me e la società".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI