Calciomercato Real Madrid, Perez: "Ramos voleva andare via gratis, ma è impossibile"

CalcioMercato

Il presidente dei Blancos ha fatto chiarezza sul futuro del difensore: "Mi hanno detto che ha una grande offerta dalla Cina, ma ho risposto che è impossibile che il Real lasci andare via il suo capitano gratis"

DALLA SPAGNA: SERGIO RAMOS VUOLE ANDARE IN CINA GRATIS

I MOTIVI DELLA ROTTURA CON PEREZ

Non c’è nessuna possibilità che Sergio Ramos lasci gratis il Real Madrid. Lo ha chiarito Florentino Perez, che ha risposto con fermezza alle voci su una possibile partenza del capitano verso la Cina. Parole decise quelle del presidente dei Blancos, che ai microfoni della trasmissione El Transistor di Onda Cero ha fatto il punto della situazione. "È vero, sono venuti a parlarmi per dirmi che Ramos ha una grande offerta dalla Cina ma che le norme in vigore lì non permettono di pagare il cartellino. Io ho risposto che è impossibile che il Real Madrid lasci andare via gratis il suo capitano – ha detto Perez -, si creerebbe un precedente pericoloso per il club. Il mio rapporto con Sergio? È ottimo. Inoltre lui è il giocatore più pagato della rosa. Prima era Cristiano Ronaldo, adesso è Sergio Ramos. Se domani arriverà Maradona, il più pagato sarà Maradona".

Il punto sul mercato: Hazard, Neymar e Mbappé

Non solo la questione legata a Sergio Ramos, Florentino ha anche parlato dei possibili movimenti di mercato del Real Madrid. Il primo acquisto dovrebbe essere Eden Hazard: "Tentiamo di prenderlo da tanti anni – ha confessato il presidente -, adesso ha soltanto un anno di contratto con il Chelsea ed è più facile prenderlo. Ho molto interesse affinché arrivi quest’anno". Diversa la situazione per quanto riguarda due possibili obiettivi, Neymar e Mbappé: "Non ho parlato né con loro, né di loro con Zidane o altri nel club. Non ci parleremo. Se ci fosse un interesse per uno di questi giocatori, lo diremmo innanzitutto alle rispettive società".

L’addio di Cistiano Ronaldo

In chiusura Perez ha parlato dell’addio di Cristiano Ronaldo. Il presidente dei Blancos ha negato il fatto che i problemi del Real siano dipesi dalla mancanza di CR7: "Voleva andare via da tempo – ha spiegato -, aveva bisogno di nuove sfide e puntava a migliorare il proprio contratto. Alla Juve ha trovato una soluzione. Io dico che il suo addio è stato positivo per tutti, anche per il Real. A Torino ha trovato una nuova famiglia, Cristiano è felice e di conseguenza lo siamo anche noi. Chiaramente è molto complicato trovare un sostituto, ma noi avevamo ottimi giocatori come Asensio, Bale e Vinicius. Io non penso che i problemi di quest’anno siano dipesi dal suo addio. Con lui sarebbe stato lo stesso".

I più letti