Calciomercato, news e trattative del 9 giugno

Calciomercato

Giampaolo è a Milano, pronto a diventare il nuovo allenatore rossonero. Tare ha deciso di rimanere alla Lazio. Inter, Nainggolan pensa al futuro, ma sarà Conte a decidere. Sarri-Juve, lunedì il via libera. Fonseca-Roma, a metà settimana la firma sul contratto. Andreazzoli chiude con il Genoa

Dal lunedì al venerdì non perdete "L'Originale", il programma condotto da Alessandro Bonan, con Gianluca Di Marzio e Fayna: tutte le sere dal lunedì al venerdì alle ore 23 su Sky Sport 24 e Sky Sport Mondiali (in replica a mezzanotte su Sky Sport Uno)

LE TRATTATIVE DI MERCATO LIVE

LE NEWS DI SKY SPORT SU WHATSAPP

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

Milan, l'ora di Giampaolo

Manca sempre meno all'arrivo di Marco Giampaolo al Milan. L'allenatore si trova a Milano da qualche giorno, domani vedrà il presidente Ferrero a cui chiederà di essere liberato dal contratto con la Samp e poi sarà libero di firmare coi rossoneri. È la prima scelta di Paolo Maldini per la panchina. In attesa di accettare ufficialmente il ruolo di direttore tecnico, lo stesso Maldini sta spingendo per aggiungere due figure importanti a livello dirigenziale: Zvonimir Boban e Igli Tare. Quest'ultimo però ha deciso di restare alla Lazio. Il croato invece è molto tentato dall’idea di tornare in rossonero, dove ricoprirebbe un ruolo di spicco anche nei rapporti con le istituzioni. Per quanto riguarda il mercato, nei giorni scorsi è aumentato il budget messo a disposizione: da 25 milioni si è passati a 45, a cui andranno aggiunti i ricavi delle cessioni. Tra queste, quella più importante può essere quella di Donnarumma, che permetterebbe così al Milan di fare un mercato "vero" e non solo di giovani.

Inter, le regole di Conte

Ieri Radja Nainggolan ha parlato del suo futuro all’Inter: "Sono sempre stato tanti anni in una squadra. È strano che me ne vada dopo un solo anno, vorrei crescere con l'Inter. Conte? Sarà una cosa nuova per me, mi dicono sia uno bello tosto e inquadrato, ci metteremo a disposizione. Futuro? Ho tre anni di contratto, sono tranquillo". L'Inter valuterà il futuro di Radja nelle prossime settimane. Non sono in dubbio le sue qualità, ma qualche comportamento o eccesso di troppo che già in questa stagione ha portato la società a multarlo. Conte ha delle regole ferree, non vuole elementi che possano disturbare la serenità dello spogliatoio. Per questi stessi motivi, l'Inter ha deciso che Mauro Icardi non farà parte del progetto per la stagione 2019/20. Conte vuole lavorare con quattro attaccanti e le prime punte saranno Dzeko e un altro arrivo dal mercato: Lukaku? Icardi invece vuole restare ed è convinto di poter convincere Conte. Dopo il pranzo con Wanda Nara e il suo entourage di venerdì ha ribadito la volontà forte di non muoversi da Milano e restare all’Inter. No, quindi al Napoli e, soprattutto, alla Roma, che negli ultimi giorni lo aveva chiesto durante i discorsi per Dzeko. Forse solo la Juventus potrebbe fargli cambiare idea, ma al momento i bianconeri non affondano. Icardi pensa di andare in ritiro e dimostrare a Conte di poter essere utile. Questo braccio di ferro continuerà almeno fino a quando Icardi non si renderà davvero conto poi in ritiro di non poter riconquistare la fiducia della società e di Conte, fermamente uniti in questa scelta.

Inter che accelera per Valentino Lazaro dell'Hertha Berlino, osservato speciale nella sfida di qualificazione a Euro 2020 vinta dall’Austria contro la Slovenia. I nerazzurri sperano di chiudere nei prossimi giorni per l’esterno destro, perché c’è la forte concorrenza del PSG. L’alternativa è Lucas Vazquez del Real Madrid e nei colloqui di mercato avuti a Madrid nei giorni scorsi la dirigenza ne ha parlato.

Roma, Fonseca pronto a firmare

Ancora qualche ora e la Roma avrà il suo nuovo allenatore. A metà della prossima settimana Paulo Fonseca firmerà il suo contratto con i giallorossi. Accordo raggiunto con lo Shakhtar per liberare il portoghese. Si partiva da una richiesta di 5 milioni di euro, quelli previsti dalla sua clausola rescissoria, ma alla fine è stata trovata un'intesa sui due milioni. Con l'allenatore accordo chiuso da giorni, nell'incontro di Madrid di qualche giorno fa a cui aveva partecipato lo stesso allenatore. Più complessa la situazione attorno a Petrachi, con l’entourage del ds che continua il lavoro diplomatico con Urbano Cairo. Dopo le dimissioni arrivate sulla scrivania del presidente nelle scorse settimane, il Torino ancora non ha liberato il suo ormai ex direttore sportivo. Il presidente è fermo sulla questione e anche la prossima settimana si continuerà a lavorare per risolvere la querelle, trovando un accordo che accontenti tutte le parti in causa. Serve iniziare a lavorare e programmare una nuova stagione quasi alle porte.

Intanto gli uomini mercato giallorossi iniziano a muoversi per il primo regalo per Fonseca: la richiesta è Florentino, centrocampista classe ’99 del Benfica, già protagonista in campionato ed Europa League e col Portogallo al Mondiale Under 20. Presente però una clausola rescissoria di 60 mln di euro. Piace anche Nicola Murru della Sampdoria. Priorità alla questione allenatore, ma è un profilo seguito.

Juventus

Ultime ore da allenatore del Chelsea per Maurizio Sarri. Per domani è atteso l'ultimo via libera formale da parte del club inglese e di Roman Abramovich, che sembra intenzionato a rispettare il patto fatto con l'allenatore e i suoi agenti nei mesi scorsi: sarà addio senza indennizzo e Sarri potrà poi firmare con la Juve. Le parti restano in contatto, ma i segnali arrivati da Londra in queste ore agli agenti vanno verso una risoluzione positiva della situazione. Nello staff di Sarri alla Juventus potrebbe entrare anche Andrea Barzagli, che si è appena ritirato, ma la decisione finale spetterà all'allenatore.

Fiorentina

Primi giorni di lavoro per la nuova Fiorentina di Rocco Commisso. In attesa di definire la nuova dirigenza, il proprietario dei Viola vuole decidere in prima persona il nome del primo allenatore della sua gestione. Si va verso una conferma di Montella con i primi dialoghi già avvenuti in questi giorni. Quando l'allenatore rientrerà dall’India incontrerà la nuova società. In alternativa piacciono Gattuso e Semplici, che ha allenato la Primavera viola.

Lazio

Tare ha deciso definitivamente di restare a Roma, resterà alla Lazio e senza rinnovo o prolungamento.

Verona

È sempre Ivan Juric il favorito per la panchina dell'Hellas. Pochissime possibilità per la conferma di Aglietti, entro martedì sono attese novità.

Genoa

Capozzucca vicinissimo a diventare il nuovo ds del Genoa. Per lui sarebbe la terza avventura dopo le esperienze dal 2004 al 2012 e quella del 2014/2015. Da risolvere la situazione con l’attuale dirigenza formata dal dg Perinetti e ds Donatelli (in scadenza 2020) con un futuro che potrebbe essere lontano da Genova.

Aurelio Andreazzoli ha accettato l’offerta del Genoa. L’allenatore ha anche già informato l’Empoli. Le parti sono ora al lavoro per la rescissione, visto che Andreazzoli aveva un contratto per un'altra stagione coi toscani. Interesse per Bruno Amione, difensore centrale classe 2002 del Belgrano. Dopo un anno il Genoa ci riprova e tenta un altro colpo alla Romero. Prime mosse per Robert Bozenik attaccante 99 dello Zilina. 22 partite e 11 gol quest’anno. Lo vuole anche il Genk ma il Genoa rimane positivo. Sondaggio per Bertolacci, su di lui c'è anche il Torino.

Atalanta

Frenata nella trattativa per Lazzari della SPAL, più difficile l’arrivo dell’esterno. Defrel rimane un obiettivo per rinforzare il reparto offensivo in vista della Champions League. Nome nuovo è Borja Mayoral, attaccante classe ’97 in uscita dal Real Madrid e rientrato dal prestito al Levante. Veretout è uno dei primi della lista di Gasperini per il centrocampo. Operazione difficile vista la forte concorrenza: Napoli e estero.

Brescia

Per la difesa obiettivo Magnani, in uscita dal Sassuolo.

Parma

Trattativa aperta per Ciano del Frosinone

Cagliari

Molto vicino Paganini che non rinnoverà il contratto con il Frosinone. Operazione chiusa per Guglielmo Vicario, portiere classe ’96 del Venezia. Operazione da 1,5 mln. Al giocatore contratto di 5 anni. La firma dopo il ritorno del playout.

Lecce

Richiesta ufficiale del Lecce al Cagliari per Diego Farias. L'attaccante è rientrato al Cagliari dopo la retrocessione dell’Empoli, vuole un progetto che lo coinvolga come protagonista. Si insiste per Dragowski della Fiorentina e tratta il terzino sinistro colombiano classe 99 Brayan Vera del Leones FC. Offerta anche per Ignazio Abate, in scadenza di contratto dopo 11 anni al Milan. Proposta interessante anche per la famiglia, il giocatore ci sta pensando.

Sassuolo

Sempre più forte l’interesse per Gianluca Caprari che è uno dei primi della lista di De Zerbi per il Sassuolo della prossima stagione.

SPAL

Per la porta si continua ad insistere per Berisha dell'Atalanta. La SPAL spinge per Caputo. C’è stato il primo incontro con l'Empoli per impostare l’operazione. La richiesta per l’attaccante è di 10 milioni, come contropartite sono stati proposti Antenucci (che l'Empoli voleva già due anni fa) e Gomis. Per quanto riguarda l’allenatore, Semplici non ha ancora dato una risposta definitiva: è uno dei nomi per la Fiorentina.

Udinese

L'Udinese segue Marquinhos Cipriano dello Shakhtar, ala brasiliana classe '99. Profilo considerato interessante, ma non ci sono ancora trattative.

Torino

Dopo il prestito dello scorso anno, il Toro riscatta il difensore Djidji dal Nantes. Seguito Bertolacci, che piace anche al Genoa.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.