Calciomercato Milan, chi è Rade Krunic: gol, assist e non solo per il colpo rossonero

Calciomercato

È fatta in casa rossonera per l'arrivo del 25enne bosniaco, affare da 8 milioni di euro e 4 anni di contratto. Emerso nell'Empoli dove ha accumulato 80 presenze in Serie A con buoni numeri, Krunic è una pedina duttile per collocazione tattica a centrocampo: mezzala e all'occorrenza trequartista nel 4-3-1-2, modulo caro a Giampaolo vicinissimo al Milan e che lo allenò in Toscana

MILAN, FATTA PER KRUNIC: 8 MILIONI ALL'EMPOLI

LA DUTTILITÀ DI KRUNIC A EMPOLI CON GIAMPAOLO

CALCIOMERCATO LIVE: TUTTE LE NEWS

LE NEWS DI SKY SPORT SU WHATSAPP

Parla bosniaco il primo colpo del Milan, affare ufficiale nell’estate dalle tante novità in casa rossonera. È fatta per Rade Krunic, 25enne centrocampista bosniaco prelevato dall’Empoli: operazione da 8 milioni di euro più bonus ai toscani, 4 anni di contratto e una concorrenza vinta ai danni della coppia Genoa-Torino. In realtà il Milan lo seguiva da tempo e lo stava trattando dopo averlo bloccato, lui che era già un obiettivo dell’ex ds Leonardo e si è trovato al centro del blitz che lo renderà un nuovo protagonista a San Siro nella prossima stagione. Atteso settimana prossima per visite mediche e firma, la trattativa che ha portato Krunic a Milano ha coinvolto pure Zvonimir Boban: prima uscita ufficiale per il croato, presente insieme a Maldini e Gazidis, ex fuoriclasse che condivide con la new entry rossonera le origini balcaniche. E non è mancata nemmeno l’approvazione di Marco Giampaolo, destinato a occupare la panchina del club e che ha già allenato il giocatore in Toscana. Insomma, prende forma il nuovo Milan che accoglie a centrocampo una pedina davvero interessante per numeri e qualità.

Gol, assist e non solo: chi è il jolly Rade Krunic

Mezzala sinistra e trequartista, centrocampista duttile che all’Empoli ha guadagnato la ribalta: sono 119 le gare disputate da Krunic in azzurro con 13 gol e 18 assist complessivi, dati che l’hanno premiato dall’estate 2015 in Toscana tra Serie A e B (stagione 2017/18). Cresciuto in patria (Sutjeska Foca) e svezzato in Serbia (Donji Srem e Borac Cacak), il bosniaco classe 1993 venne tesserato dal Verona senza tuttavia mai giocare in Veneto: fu invece l’Empoli ad accoglierlo con Giampaolo in panchina, apprendistato definitivamente superato agli ordini di Martusciello sebbene con qualche ammonizione di troppo (10). Gialli in calo nell’annata in Serie B e pure nel campionato appena archiviato, torneo dove si è ritagliato 5 reti e 7 passaggi vincenti: secondo le statistiche Opta circoscritte ai centrocampisti, solo Callejon (10) e la coppia De Paul-Lazzari (8) hanno realizzato più assist di lui nell’ultima Serie A. Krunic ha quindi contribuito a 12 dei 51 gol dell’Empoli, bottino non sufficiente per scongiurare la retrocessione ma comunque indispensabile per guadagnarsi il Milan. Centrocampista moderno per profilo, proprietà tecniche e fisiche (184 centimetri per 74 chili), l’ex azzurro è entrato in pianta stabile nella Nazionale bosniaca (sebbene assente nel match di Torino) accumulando 10 presenze e un gol contro l’Armenia lo scorso marzo. Piace per colpi e polivalenza in mediana, d’altronde nel 4-3-1-2 di Giampaolo può giocare come mezzala e all’occorrenza dietro le punte. Inserimenti, verticalità e ottime capacità offensive nel repertorio del bosniaco votato alla '33': eccezion fatta per l’anno in Serie B quando vestì la maglia numero 8, Krunic è un fedelissimo della casacca che al Milan appartiene allo sfortunato Caldara e che ha tatuato sul proprio polpaccio. Numeri che proprio non mancano al repertorio di Rade Krunic, primo colpo rossonero.

Visualizza questo post su Instagram

#33 😊

Un post condiviso da Rade Krunic (@krunicrade_33) in data:

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.