Mino Raiola, la Figc e la Fifa annullano la sospensione

Calciomercato

Il noto procuratore e suo fratello Vincenzo sono stati riabilitati a svolgere la propria attività. La Figc ha accolto il ricorso presentato dai due, annullando l'iniziale squalifica. Lo stesso provvedimento è stato poi applicato dalla Fifa

RAIOLA SOSPESO DALLA FIGC PER 3 MESI

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

Mino e Vincenzo Raiola potranno svolgere regolarmente la loro attività di procuratori nella sessione estiva di calciomercato. La Corte federale d'appello, infatti, ha accolto i ricorsi presentati dal noto agente e da suo fratello dopo la sospensione inflitta loro dalla Figc lo scorso maggio. Al procuratore cresciuto in Olanda era stata, inizialmente, vietata la possibilità di operare nel proprio ambito per tre mesi, mentre al fratello Vincenzo era stata comminata una squalifica di due mesi.

"La C.F.A., riuniti preliminarmente i ricorsi nn. 3 e 4 come rispettivamente proposti dai sigg.ri Raiola Vincenzo e Raiola Carmine li accoglie e annulla le sanzioni inflitte. Dispone restituirsi le tasse reclamo". Con questo comunicato, la Figc ha ufficialmente riabilitato i due agenti, decisione che poi è stata applicata ed estesa a tutto il mondo. Anche la Fifa, infatti, aveva deciso di imporre la sospensione a Mino Raiola, ma la massima organizzazione internazionale ha accettato il ricorso e annullato la sanzione. Il classe '67, agente di Balotelli e Donnarumma tra gli altri, ha espresso soddisfazione in merito agli ultimi sviluppi della vicenda. "Giustizia è fatta" ha scritto su Twitter, postando il comunicato della Fifa.

I più letti