Perin Benfica, affare di calciomercato per ora bloccato: "Recupero più lungo del previsto"

CalcioMercato

Il trasferimento di Perin al Benfica è bloccato, i due club non concordano sui tempi di recupero del giocatore da un infortunio alla spalla. La trattativa riprenderà nelle prossime ore, ma intanto il Porto ha ribadito alla Juve l'interesse per il portiere

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NEWS LIVE

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

DE LIGT-JUVE, UN AMORE CHE VIENE DA LONTANO

Un intrigo a tutti gli effetti, quello che coinvolge la Juventus, il Benfica e Mattia Perin. Il trasferimento del portiere infatti è stato bloccato a causa dei tempi di recupero del giocatore da un infortunio alla spalla. Per i bianconeri, che ne avevano già dato notizia al club portoghese, nel giro di un mese Perin sarebbe stato nuovamente disponibile, ma dopo le visite mediche svolte in Portogallo il Benfica ha ritenuto che la prognosi si aggiri sui quattro mesi e quindi ha richiesto di cambiare la formula del trasferimento: da acquisto a titolo definitivo a prestito con obbligo di riscatto legato al raggiungimento di un determinato numero di presenze. Mentre Juve e Benfica si stavano confrontando su questo aspetto, è uscito un comunicato stampa non concordato che ha colto di sorpresa la dirigenza bianconera. "Il Benfica informa che in seguito al completamento delle visite mediche svolte oggi il risultato è che il portiere Mattia Perin ha bisogno di un percorso di recupero di circa 4 mesi, più elevato di quanto originariamente previsto. In questo senso non c'era accordo tra i club e i rappresentati del giocatore. Mattia Perin completerà il recupero alla Juventus e una volta compiuta questa fase si procederà al trasferimento del giocatore come concordato da tutte le parti" si legge sul sito ufficiale del club portoghese.

La trattativa resta aperta

Il presidente del Benfica ha voluto scusarsi con la Juventus per questo imprevisto e nelle prossime ore riprenderà la trattativa. Intanto Perin è rimasto a Lisbona perché dopo aver appreso l’arresto nell’operazione, il Porto ha contattato la Juventus per chiedere informazioni e confermando l’interesse per il portiere. Al momento, dunque, la situazione è bloccata: si cercherà di riaprire quanto prima un dialogo, altrimenti Perin potrebbe essere ceduto ad un’altra squadra.

Le cifre dell’accordo precedente

La Juventus e il Benfica avevano raggiunto l’accordo sul corrispettivo di 15 milioni di euro con l’inserimento nell’operazione di Joao Ferreira, esterno classe 2001, di cui era stata fatta una valutazione simile dalla squadra portoghese. Il portiere avrebbe dovuto firmare un contratto di cinque anni, con un ingaggio che lo avrebbe reso tra i calciatori più pagati della rosa.

I più letti