Real Madrid pronto all'assalto per Neymar: la strategia per riportarlo in Spagna

Calciomercato

Sfumato il possibile arrivo di Pogba dal Manchester United, la dirigenza madrilena vuole regalare un asso a Zinedine Zidane. Si profila un duello con il Barcellona, ma le tensioni tra PSG e blaugrana potrebbero agevolare il Real

NEYMAR, IL BARCELLONA INCONTRA LEONARDO

VALVERDE: "NEYMAR STA DIVENTANDO UNA PERSECUZIONE"

PSG, MBAPPE': "HO CHIESTO A NEYMAR DI RIMANERE"

C'è un filo invisibile che lega la chiusura del calciomercato in entrata in Premier League, Neymar e il Real Madrid. Già, perché con lo stop alle contrattazioni in Inghilterra, arrivato ieri pomeriggio senza che il Manchester United abbia acquistato un centrocampista in grado di sostituire Paul Pogba in caso di partenza del francese, l'obiettivo principale delle merengues per il mercato torna l'attaccante brasiliano del PSG, in rotta con i parigini e pronto a salutare la Ligue 1.

Neymar-Real: si può a determinate condizioni

A tracciare il punto della situazione è il quotidiano Marca. Il Real Madrid, questa la ricostruzione, non avrebbe mai ottenuto dal Manchester United una reale disponibilità a trattare la partenza di Pogba e l'arrivo del centrocampista classe 1993 al Bernabeu non è stato un obiettivo realistico in questa sessione di calciomercato. Così i Blancos hanno ancora una possibilità per regalare a Zinedine Zidane un altro grande acquisto dopo gli arrivi di Hazard e Jovic: la pista porta a Neymar. La priorità dell'asso brasiliano in questo momento è quella di lasciare il PSG, un'opzione che i francesi permetterebbero ma a patto di recuperare in pieno i 222 milioni pagati due anni fa al Barcellona e di ricevere immediatamente almeno la metà della cifra. Un dato che non agevolerebbe il ritorno di Neymar al Camp Nou e che invece potrebbe tendere la mano al Real. Che potrebbe anche inserire nell'operazione alcune contropartite tecniche gradite al PSG: su tutti Bale e il portiere Keylor Navas, per i quali ci sarebbe un dialogo già in atto, come riportato da Globoesporte. Impossibile pensare a Modric, determinato a restare nella rosa delle merengues, mentre all'interesse del PSG per Casemiro il Real ha replicato lasciando intendere di puntare ancora sul centrocampista brasiliano.

Il Barcellona resta alla finestra

La chiusura delle trattative, sia in Ligue 1 che nella Liga, è fissata per il 2 settembre. I prossimi 20 giorni potrebbero allora essere caratterizzti dal duello tra Real e Barcellona. I blaugrana, come spiega As, sono forti di alcune certezze. La rottura tra il giocatore e il club francese non è mai stata così evidente e il Barcellona sa che il giocatore gradirebbe il ritorno in Catalogna. Un dato che contrasta però con le tensioni in corso con il PSG, mai nascoste da entrambe le parti. Con il Real pronto a entrare in scena per Neymar (che Valverde ha definito con ironia "una persecuzione" dopo il test amichevole vinto contro il Napoli), il Barcellona ha una strategia chiara: vuole spingere il giocatore a dichiarare pubblicamente la sua voglia di tornare al Camp Nou. Non è caso che da Miami sono arrivate le dichiarazioni di Gerard Piquè, che ha consigliato all'ex compagno di squadra e amico di esporsi pubblicamente: "Neymar è un campione e saremmo felici di riaverlo, tocca a lui esporsi, noi siamo in attesa di novità".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche