Calciomercato Psg, Tuchel: "Neymar non può partire se prima non troveremo un sostituto"

CalcioMercato

I campioni di Francia sono andati ko alla seconda giornata sul campo del Rennes. Inevitabili le domande sul brasiliano: "Non è lui il problema - ha spiegato l'allenatore - non c'era neanche in Supercoppa o al debutto in campionato, ma abbiamo vinto lo stesso. Se dovesse partire è chiaro che lo farà solo nel caso in cui lo avessimo rimpiazzato adeguatamente"

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

NIANG MANDA KO IL PSG: IL RENNES VINCE 2-1

DALLA SPAGNA: NEYMAR VICINO AL REAL

I TIFOSI LO SCARICANO: "VATTENE"

Seconda giornata di Ligue 1 da dimenticare per il Psg, che cade clamorosamente per 2-1 sul campo del Rennes. Alla rete iniziale di Cavani, i padroni di casa hanno risposto con Niang e Del Castillo, gettando Tuchel e i suoi ragazzi in pasto alle critiche. Ovviamente resta in primo piano la situazione legata a Neymar, ormai dichiaratamente sul mercato e neanche convocato per la gara di Roazhon Park: "Tutte le domande sono su di lui, ma non rappresenta il problema - ha spiegato l'allenatore dei campioni in carica nella conferenza stampa post-gara - non c'era neanche in Supercoppa o con il Nimes, però abbiamo vinto lo stesso". Difficile negare, però, che il brasiliano avrebbe potuto dare una mano ai compagni, nonostante la sua situazione di incertezza: "Se dovesse partire, sarà necessario prendere un altro al suo posto. Non partirà senza essere adeguatamente rimpiazzato. Credo sia chiaro a tutti. Se dovesse rimanere, invece, avremo un giocatore capace di vincere gli uno contro uno. Contro il Rennes mancava la capacità di accelerazione e tempismo. Ci sono state delle occasioni in cui lo spazio c'era, ma la nostra azione non è stata incisiva". 

Tuchel non fa drammi: "Ko che ci aspettavamo"

Insomma, il Psg va ko già alla seconda giornata (nella passata stagione furono 14 vittorie nelle prime 14 giornate): "È stata una partita difficile, ma ce lo aspettavamo - ha spiegato Tuchel - non abbiamo tutti i giocatori disponibili e alcuni di loro hanno preso parte solo a due settimane di allenamento. Queste situazioni sono normali ad agosto. Non siamo al meglio. Contro una squadra fisica come Rennes, che dà tutto e i cui giocatori corrono come matti, è normale che sia stato complicato per noi. Abbiamo segnato il primo gol, poi abbiamo controllato la partita e lì abbiamo sbagliato. Dovevamo chiuderla ma non siamo riusciti a farlo. Abbiamo concesso un gol difendendo in due contro il loro attaccante. Normalmente, se Marquinhos e Thiago Silva sono al meglio, quella rete non la incassiamo mai". Insomma, per Tuchel ci sarà da lavorare. Aspettando certezze sul futuro di Neymar che, al momento, non ci sono.

I più letti