Calciomercato Napoli, Mertens: "Voglio restare qui. Mai in un altro club italiano"

CalcioMercato

L'attaccante belga torna a parlare del suo futuro a Rtbf: "Voglio rimanere in azzurro, qui mi sento a casa. Non firmerei mai per un altro club italiano. Sto vivendo il miglior momento della mia carriera"

HYSAJ, FRATTURA PARCELLARE ALLO STERNO

SAN PAOLO, ACCORDO NAPOLI-COMUNE

DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

Idee chiare sul futuro e un messaggio che non può che far piacere ai tifosi azzurri, che da anni ormai lo hanno "adottato" in città tanto da ribattezzarlo "Ciro". Intervistato dal portale belga Rtbf, Dries Mertens non nasconde la volontà di proseguire la sua carriera al Napoli: "Voglio solo rimanere, ma al momento non posso dire nulla, sono belga, ma sono quasi italiano, sono stato nella vita italiana: sono sempre fuori, il sole, i caffè, la pasta". Contratto in scadenza nel 2020, Mertens non si vede lontano da Napoli: "Se me ne vado, mi mancherà tutto e non mi vedo a firmare per un altro club italiano: mi renderebbe strano, a Napoli mi sento a casa". Parole precise che allontano un futuro lontano dal club di De Laurentiis: "Non mi vedo a firmare in Cina o in Qatar: come ho detto, spero di giocare il più a lungo possibile in cima. Un ritorno in Belgio alla fine della carriera? No, non credo proprio. La vita è strana: mi è stato spesso detto che ero piuttosto adatto per il calcio spagnolo, tecnico, vivace, ma non ho mai ricevuto un'offerta dalla Spagna... non mi sono mai pentito di aver firmato a Napoli: sono stato felice fin dal primo giorno!".

"Sto vivendo il miglior momento della mia carriera"

Napoli nel presente e anche nel futuro dunque, o almeno questa la volontà di Mertens, che è a solo a un gol dal raggiungere Maradona (115 marcature) tra i migliori marcatori della storia del club azzurro. "Certo che ci penso, tutti me ne parlano! Sono orgoglioso di avvicinarmi così tanto a una leggenda del genere. Ho incontrato Maradona due volte, ne abbiamo anche parlato un po'. Gol di mano? Non sarà possibile con il Var", scherza il talento belga. Che ammette di essere in uno dei migliori momenti della sua carriera: "Non mi sono mai sentito così fresco, ho 32 anni ma mi sento meglio nel mio corpo di alcuni giovani di 25-26 anni che incontro negli spogliatoi, ma forse perché io non ho figli. Vivo il momento migliore della mia carriera, segno gol molto facilmente. Ho intenzione di giocare bene per molto tempo", ha concluso.

I più letti