Emre Can: "Mi vedo ancora alla Juve, ma la situazione deve cambiare"

CalcioMercato
©LaPresse

Il centrocampista parla dopo aver giocato nel 6-1 della Germania sull'Irlanda del Nord: "In inverno dovrò pensare a cosa è più giusto per me ma mi vedo ancora alla Juve". E sull'attualità: "Continuo a spingere sull’acceleratore e a dare il 100% in allenamento per cambiare la mia situazione"

Emre Can torna a parlare del suo futuro alla Juventus e lo fa dopo la partita giocata da difensore centrale e vinta per 6-1 dalla sua Germania contro l'Irlanda del Nord nell'ultima giornata delle qualificazioni ad Euro 2020.  Dichiarazioni che seguono quelle rilasciate dallo stesso giocatore classe 1994 qualche ora proima ai microfoni di Kicker, quando sempre dal ritiro della nazionale tedesca aveva spiegato non essere felice in bianconero. "Sono ancora un giocatore della Juventus, in inverno dovrò pensare a cosa ha più senso per me ma mi vedo ancora a Torino - le sue parole ai microfoni di Sky Sport Deutschland - di certo la situazione deve cambiare".

"Do il 100 per cento per cambiare la mia situazione"

Arrivato alla Juventus nell'estate 2018 a parametro zero dal Liverpool, Emre Can ha chiuso la sua prima stagione italiana con 37 partite giocate e 4 reti tra campionato e coppe. In questa stagione Maurizio Sarri non lo ha inserito in lista Champions e lo ha impiegato 4 volte in Serie A, di cui una sola da titolare e con 150 minuti complessivi in campo. "Chiaramente non sono soddisfatto della situazione, ma continuo a spingere sull’acceleratore e a dare il 100% in allenamento - la versione di Emre Can - sto cercando di cambiare la mia situazione, nessun giocatore ovviamente è felice quando non gioca, e questa è la mia situazione a Torino in questo momento".

I più letti