Haaland al Borussia Dortmund: la trattativa è andata avanti anche alla vigilia di Natale

Calciomercato
©Getty

La rivelazione di Michael Zorc, ds del Borussia Dortmund: "Il 24 dicembre alle 16 ero al telefono con il suo agente Mino Raiola. Sicuramente una delle trattative più difficili mai condotte". Ripagata dalle 8 reti dell'attaccante norvegese nelle prime 4 partite ufficiali

Si può sacrificare la vigilia di Natale per acquistare un giocatore? Se si tratta di un attaccante da 8 reti nelle prime 4 gare ufficiali, la risposta è positiva. Per conferme rivolgersi a Michael Zorc, direttore sportivo del Borussia Dortmund che ha raccontato in un'intervista alla Bild alcuni retroscena dell'operazione che ha portato l'attaccante norvegese Erling Haaland in giallonero nel corso della sessione invernale di calciomercato. "Siamo stati tante ore al telefono con il suo agente Mino Raiola. Ho parlato con lui al telefono anche alle 16 della vigilia di Natale e la trattativa è proseguita anche il 25 dicembre. Sicuramente è stata una delle trattative più difficili mai condotte da me". Fino all'ok definitivo, arrivato il 29 dicembre con il Borussia che ha versato nelle casse del Salisburgo i 20 milioni previsti dalla clausola del contratto che legava il giocatore al club, con commissioni tali da far arrivare il totale della trattativa a quasi il doppio, superando così la concorrenza di Juventus, Real Madrid, Chelsea, Arsenal e Manchester United.

"Haaland? Lo abbiamo convinto con un video"

"Non è un segreto il fatto che anche altri club molto importanti abbiano fatto grandi sforzi per riuscire a prenderlo. Noi però gli abbiamo offerto la soluzione migliore per il suo percorso di crescita" ha spiegato Zorc. "Quando riesci a convincere un giocatore della sua classe sei contento come un bambino. Abbiamo preso esattamente ciò che ci mancava". Parole destinate a un investimento che si è inserito a tempi record in un nuovo calcio: alle 7 reti nei primi 136 minuti di Bundesliga (una ogni 19 minuti giocati), Haaland ha infatti sommato il gol segnato in Coppa di Germania, dove però la sua marcatura non è bastata ai suoi per evitare la sconfitta e l'eliminazione contro il Werder Brema. Un baby fenomeno di nemmeno 20 anni (li compirà il 21 luglio) che è stato conquistato dal Borussia anche grazie a uno stratagemma studiato dall'area comunicazione, rivelato dallo stesso Zorc: "Hanno creato un video con immagini molto emotive della nostra Südtribüne per provare a convincerlo. Pare che la cosa gli sia piaciuta". Tanto che ora il Signal Iduna Park, uno degli stadi più caldi del calcio europeo, è casa sua. E si gode i suoi gol.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche