Adebayor, ufficiale all'Olimpia Asuncion: l'ex Arsenal riparte dal Paraguay

Calciomercato
Twitter @elClubOlimpia

Nuova avventura per il 35enne togolese, giramondo del pallone: è ufficiale il suo trasferimento al club paraguayano, dove ritroverà Santa Cruz suo compagno al City. Fermo da dicembre dopo l'esperienza in Turchia, Adebayor vestirà la decima maglia in carriera coi club dove ha segnato valanghe di gol

Vietato fermarsi per chi ha fatto del calcio una ragione di vita. Lo sa bene Emmanuel Adebayor, 35 anni e gol a non finire segnati in carriera a tutte le latitudini. Rimasto svincolato lo scorso dicembre dopo la fine dell’esperienza in Turchia, l’attaccante togolese ha deciso di ripartire dal Sudamerica come recentemente ha optato anche Keisuke Honda. Niente Brasile né Argentina per "Adeba" che, quasi in controtendenza, ha scelto il Paraguay: sarà il Club Olimpia, società di Asunción, ad accogliere il mitico centravanti dalla lunghissima parabola in Europa. Lo ha ufficializzato la squadra della Capitale paraguayana dove, curiosamente, troverà un ex compagno ai tempi del Manchester City: si tratta di Roque Santa Cruz, altro numero 9 che ha segnato un’era nel Vecchio Continente a suon di gol e che a 38 anni è il capitano del Decano. Bianconeri dalla fortunatissima tradizione in patria (44 scudetti) e inseriti nel gruppo G di Copa Libertadores, chance da non perdere anche per il ritrovato Adebayor.

Tante maglie (e gol) nella carriera di Adebayor
Tante maglie (e gol) nella carriera di Adebayor - ©Getty

Giramondo Adebayor

Leader per gol (32) e presenze (87) nella Nazionale del Togo, Paese del quale resta il giocatore più rappresentativo di sempre soprattutto dopo il Mondiale del 2006, Emmanuel giocherà nella quinta Nazione differente e con la decima maglia di una carriera coi club ricca di reti. Al netto dei premi individuali e di tre finali perse (due in Champions League e una FA Cup sfumata nel 2016), il centravanti nato a Lomé ha inserito in bacheca solo una Coppa del Re con il Real Madrid nel 2011 ma ha accumulato la bellezza di 237 gol segnati tra tutte le competizioni. Tutto iniziò in Francia (Metz e Monaco), ma sarà in Inghilterra dove Adebayor si ritaglierà la ribalta più importante: lo vuole Wenger all'Arsenal nel 2006, affare da 10 milioni di euro ripagato da 62 centri in 142 presenze. Erede designato di Henry dopo la partenza del francese, ex monegasco come lui, il togolese sfiorò il titolo di capocannoniere e il trasferimento al Milan prima dell’addio destinazione Manchester City.

Emmanuel rischiò grosso quella volta contro l'Arsenal
Emmanuel rischiò grosso quella volta contro l'Arsenal - ©Getty

Una separazione polemica e dalla nota esultanza esagerata nel primo confronto con l’Arsenal, quando il 12 settembre 2009 segnò e colpì Van Persie al volto (squalifica di tre partite). L’arrivo di Roberto Mancini (e di Balotelli) minano la sua permanenza all’Etihad, divorzio che si consuma in un prestito al Real Madrid (8 gol in 22 partite) e poi nella cessione a titolo definitivo al Tottenham. Ritorno a Londra che gli giova eccome (42 gol in 113 gare) agli ordini di Villas-Boas e Sherwood, sintonia che resiste fino al settembre 2015 con la rescissione del contratto. Seguiranno un’altra tappa londinese (Crystal Palace) e l’avvento in Turchia, dove tra Istanbul Basaksehir e Kayserispor trova l’occasione per ritagliarsi una trentina di reti in meno di tre anni. L’ultima avventura lo vedrà protagonista in Paraguay, lui che non si è ancora stancato di segnare.

I più letti