Calciomercato Monza, Galliani allontana Ibrahimovic: "Ingaggio troppo alto"

Calciomercato
©LaPresse

L'ad del club brianzolo allontana la possibilità di vedere l'attaccante svedese a Monza nella prossima Serie B: "Mi sono incontrato con Zlatan la settimana scorsa, credo che il suo ingaggio sia fuori dalla nostra portata e da quella di tante società di Serie A"

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

Le speranze di vedere Zlatan Ibrahimovic nel prossimo campionato di B con la maglia del Monza sono poche. Lo ammette l'amministratore delegato del club brianzolo Adriano Galliani: "Mi sono incontrato con Ibrahimovic settimana scorsa, c'e' sempre un grande legame tra di noi - le sue parole nel corso di un'intervista a Binario Sport - ma credo che il suo ingaggio sia fuori dalla nostra portata e da quella di tante società di Serie A". Parole che allontanano la possibilità di vedere l'attaccante svedese in campo con la maglia del club di proprietà di Silvio Berlusconi: già un paio di settimane fa Galliani aveva chiamato Ibra, prospettandogli la possibilità di ritrovare a Monza "il vecchio Milan", ricordandogli il biennio condiviso in rossonero dal 2010 al 2012, e accettare così l'offerta. 

Futuro Ibra: o Milan o ritorno in Svezia

leggi anche

Ibra al Monza, Galliani ci ha provato così

L'aneddoto sulla suggestione di mercato era stato rivelato dallo stesso Ibrahimovic in un passaggio di una lunga intervista concessa a Sportweek. "Hai detto che questo non è il tuo Milan - le parole di Galliani rivelate da Ibra - a 11 km da Milano c'è il tuo Milan". Il futuro dell'attaccante svedese resta ancora da decifrare: in 14 partite dal suo ritorno in rossonero a gennaio, Zlatan ha segnato 5 reti e fornito 4 assist, l'ultimo per Rebic nel 5-1 di sabato sera al Bologna. "Sono al Milan solo per passione" ha ripetuto più volte Ibrahimovic. "Vediamo come sto a fine stagione e quello che succederà con il club - la posizione dell'attaccante 38enne - se la situazione è questa sarà difficile vedermi al Milan l'anno prossimo". Sul calendario sono settimane di confronto con il management rossonero e in particolare con l'amministratore delegato Ivan Gazidis, in attesa che abbia il via l'era Rangnick. L'alternativa al Milan per Ibra è chiara: Zlatan sta considerando la possibilità di tornare nel suo Paese d'origine, per chiudere la carriera con l'Hammarby, club di cui detiene anche il 25% delle quote societarie e dove si era già allenato durante il lockdown.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche