Roma, obiettivo Champions passando dal mercato

Calciomercato
Angelo Mangiante

Angelo Mangiante

©Getty

Il pareggio con la Juve porta qualche rimpianto per la superiorità numerica nell'ultima mezz'ora, ma dà anche consapevolezza dei progressi fatti: i nuovi innesti si sono subito ambientati e all'orizzonte ci sono altri acquisti, fondamentali per completare una rosa che ambisce a ritrovare la Champions

La presenza costante dei Friedkin è un elemento di discontinuità con la precedente proprietà. Presenza utile anche per accelerare sull'arrivo di un nuovo direttore sportivo e su alcune operazioni di mercato indispensabili per centrare l'obiettivo minimo che, come ha ricordato Pedro, deve essere il ritorno immediato tra le prime quattro. La priorità di Fonseca rimane Smalling. Serve un difensore esperto e di spessore internazionale come lui. E in più occorre un esterno di destra titolare, considerando la fragilità muscolare di Karsdorp e l'alterno rendimento di Bruno Peres. Rinforzi a cui si aggiunge l'arrivo di Borja Mayoral il vice Dzeko, giovane e affamato di spazio e gol. 
 

Della partita con la Juve è rimasto il rammarico per l'occasione persa in superiorità numerica, ma il percorso è quello giusto. Dei nuovi acquisti, Pedro ha confermato la qualità delle sue giocate mai fini a se stesse. Giocatore ideale per parlare sul campo lo stesso linguaggio tecnico di Mkitaryan e Dzeko. Anche Kumbulla ha esordito con personalità e immediato adattamento alla linea a tre.

approfondimento

Fonseca: "Dzeko è sereno. Fiducia nella società"

A Udine, sabato sera, nella prossima trasferta che aspetta la Roma, la necessità di dare continuità ai progressi emersi all'Olimpico sul piano del gioco. Con una settimana di tempo, da parte della nuova proprietà, per rifinire una rosa adeguata a tornare subito in Champions League.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche