Atalanta, Traoré al Manchester United: operazione da 40 milioni. Le news di calciomercato

Calciomercato
©Getty

Il classe 2002 era diretto al Parma in prestito, ma si trasferirà al Manchester United: operazione da 25 milioni di euro più 15 di bonus. L'attaccante volerà in Inghilterra solo a gennaio a causa dei permessi di lavoro

CALCIOMERCATO, TUTTO SULL'ULTIMO GIORNO DI MERCATO

L'ennesimo capolavoro di mercato dell'Atalanta è una cessione, quella di Amad Traoré al Manchester United. Il giovane classe 2002 sembrava diretto al Parma in prestito ma l'operazione è saltata proprio per l'inserimento dei Red Devils, pronti a investire 40 milioni totali per assicurarsi il 18enne ivoriano.  Queste le cifre: 25 milioni di parte fissa più 15 milioni di bonus. Un'offerta irrinunciabile per i nerazzurri, che hanno chiuso definitivamente la contrattazione con i gialloblù, dando così il via libera per il trasferimento a titolo definitivo al club inglese. Il giocatore, però, non sarà immediatamente a disposizione di Solskjaer per questioni riguardanti i permessi di lavoro. Per questo motivo, l'operazione verrà regolarmente chiusa in queste ultime ore di mercato ma Traoré solo a gennaio diventerà a tutti gli effetti un nuovo giocatore del Manchester United.  

Dall'esordio con gol alla cessione: l'ascesa di Traoré

leggi anche

Cessioni record per l'Atalanta: 320 mln in 4 anni

Amad Traoré è di Abidjan, ex capitale della Costa d'Avorio. Quando era ancora molto piccolo arrivò a Parma, continuando a giocare a calcio nella squadra di Barco, frazione di Bibbiano (provincia di Reggio Emilia). In quella squadra c'erano due fratelli dal talento immenso: quello più grande, Hamed, si è imposto con l'Empoli e ora continua a sorprendere in Serie A con il Sassuolo. Amad, invece, è stato notato e preso dall'Atalanta, che lo ha fatto esordire in campionato a 17 anni. Il 27 ottobre 2019 Gasperini gli concesse spazio contro l'Udinese e Traoré impiegò 6 minuti per segnare il primo gol, quello del definitivo 7-1. Poi altre due presenze contro Juventus e Parma, per 24 minuti totali in Serie A. Gli sono bastati, insieme alle prodezze mostrate con la Primavera e, perché no, a quel gol e a quell'assist che stesero il Manchester City in Youth League (1-3 per i nerazzurri in Inghilterra) per guadagnarsi la chiamata dello United, per una cessione milionaria che ancora una volta va a riempire le casse dell'Atalanta. Un'altra operazione alla Kulusevski per i nerazzurri, dunque. Come accaduto lo scorso anno con la cessione dello svedese alla Juventus (35 milioni più 9 di bonus), infatti, anche in questa stagione l'Atalanta ha finanziato il suo mercato con la cessione di un giovane talento che di fatto, in prima squadra, non ci ha mai giocato con continuità. Un altro capolavoro della società nerazzurra, che continua a ottenere grandi risultati sia in campo che sul mercato.  

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche