Emerson: "Voglio giocare, al Chelsea o altrove"

Calciomercato

Il terzino sinistro in conferenza a Coverciano: “Sto trovando poco spazio nel mio club, è importante giocare, al Chelsea o altrove. Mi piacerebbe tornare in Serie A, può succedere a gennaio o magari tra qualche anno. Covid? Per 5 giorni non riuscivo a camminare"

ITALIA-POLONIA LIVE

Uno sguardo al presente, che in questo momento si chiama Nazionale, un altro al futuro che potrebbe essere nuovamente in Serie A. In conferenza stampa a Coverciano, Emerson Palmieri, terzino sinistro convocato dal Ct Mancini per i prossimi impegni di Nations League ha parlato della possibilità di lasciare il Chelsea già a gennaio: "Vediamo, il calcio quest'anno è un po' strano, e così anche il calciomercato. Purtroppo non sto giocando molto al Chelsea, ma sono sereno e credo che le cose possano solo migliorare, a Londra o in un altro posto. Lampard mi ha parlato, vediamo fra due mesi se sarò riuscito a conquistarmi un posto nel Chelsea oppure se sarà necessario pensare ad altro". Porte aperte a un ritorno in Italia: "C'è stato qualche interessamento nei miei confronti ma non cose concrete. Mi farebbe piacere tornare a giocare in Italia ma non posso dire se potrà succedere a gennaio o fra cinque anni. Nel calcio cambia tutto troppo velocemente...", ha ammesso l’ex Palermo e Roma.

"Covid? Per 5 giorni non riuscivo a camminare"

leggi anche

Euro 2020 prende forma: le 24 squadre e i 6 gironi

Emerson che presenta così la sfida contro la Polonia che attende gli azzurri domenica prossima: "Ci aspetta una partita dura, però giochiamo in casa e dobbiamo fare di tutto per vincere. In Polonia abbiamo creato tanto, ma purtroppo non siamo riusciti a vincere. Anche con l'Olanda abbiamo fatto bene ma non siamo riusciti a fare il secondo gol". Settimana azzurra caratterizzata dall’assenza a Coverciano del Ct Mancini, in isolamento causa Covid: "Non è un momento semplice per noi, Mancini purtroppo è a casa ma nelle riunioni è sempre presente con noi in videochiamata. Toccherà a noi fare di tutti ancora per coloro che non sono presenti: siamo un gruppo unito, lavoriamo per riportare l’Italia al top", ha affermato Emerson. Che ha raccontato la sua esperienza col coronavirus: "I primi quattro o cinque giorni non ce la facevo nemmeno a camminare". Poi l'appello: "Io ho solo 26 anni e in quelle giornate ho sofferto molto. Dobbiamo fare tutti molta attenzione".

Pellegri lascia il ritiro per infortunio

approfondimento

Oggi è venerdì 13, tutte le sventure nello sport

Pietro Pellegri, dopo Zaccagni, lascia il ritiro dell'Italia a Coverciano. Il giovane attaccante, che è indisponibile per le prossime due sfide della Nations League a causa di un infortunio, fa ritorno a Montecarlo, per farsi curare dai sanitari del club di appartenenza, il Monaco. Non è ancora stato rivelato il tipo d'infortunio di Pellegri, anche se il giocatore è ormai abituato ai continui problemi fisici. Contro l'Estonia, Alberigo Evani lo aveva lanciato nel secondo tempo per fargli disputare uno spezzone della partita.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche