La proposta di Boateng: "Messi al Napoli per onorare la 10 di Maradona"

fantamercato
©LaPresse

Intervenuto a ESPN, il giocatore del Monza e suo ex compagno al Barça ha consigliato Leo sul futuro: "Dovrebbe andare al Napoli dopo la scadenza di contratto. Sarebbe incredibile se li chiamasse dicendo ‘Sto arrivando, mi piacerebbe onorare la 10 di Diego’. Vorrei essere nei suoi panni per farlo"

L’incredibile proposta di mercato arriva da Monza, ma non si tratta dell’ennesimo colpo della coppia Berlusconi-Galliani dopo l’arrivo di Mario Balotelli. Intervenuto a ESPN, chi ha detto la sua è Kevin-Prince Boateng: classe 1987, jolly offensivo dallo scorso settembre in forza ai brianzoli in Serie B, il "Boa" ha vestito maglie prestigiose in carriera e diviso il campo con giocatori eccezionali. Uno di questi è Lionel Messi, capitano e leader del Barcellona, suo compagno nel 2019 dal futuro tutto da scrivere complice il contratto in scadenza a giugno. Una vita in blaugrana per il 33enne Leo, ecco perché potrebbe cambiare destinazione nel nome del più grande di tutti: Diego Armando Maradona.

Boateng: "Se Messi chiamasse il Napoli…"

vedi anche

La serata di Messi e CR7 riassunta in un'azione

Scomparso lo scorso 25 novembre a 60 anni, Maradona resterà sempre una leggenda del Napoli. E se Messi seguisse le orme di un simbolo azzurro e argentino come El Diez? "Leo terminerà il suo contratto con il Barcellona - ha detto Boateng a ESPN -, sarebbe fantastico se chiamasse il Napoli dicendo 'Vengo? Non assegnano più la maglia numero 10, però mi piacerebbe onorare la casacca di Maradona giocando uno o due anni al Napoli, senza pensare a soldi o altro, solo cuore'. Sarebbe fantastico". Lo stesso Boateng ha immaginato lo scenario di Messi in città: "Sarebbe come un film, dovrebbe andare ad allenarsi con un elicottero perché la gente lo mangerebbe vivo dalla gioia. Già soltanto la storia 'In onore di Maradona, verrò a giocare per il Napoli'. Che storia sarebbe per il mondo? Sarebbe un messaggio. Vorrei essere nei suoi panni. Chiamerei il presidente del Napoli e glielo direi".

Il paragone tra Maradona e Leo

approfondimento

Capello si emoziona ricordando Rossi e Maradona

La chiacchierata tra Boateng ed ESPN si è quindi spostata sulla figura di Diego Armanda Maradona: "Ho sentito storie su di lui in cui usciva dal campo di allenamento e, vedendo alcune famiglie, diede loro soldi dicendo 'andrà tutto bene'. Questo è ciò che lo ha reso così speciale a Napoli. Certo che ha vinto il campionato, ma era come una persona che si poteva toccare, ed è difficile da trovare. Era sempre lì, lo vedevi segnare un gol incredibile e poi, il giorno dopo, lo trovavi a camminare per le strade". Infine un paragone tra due monumenti della storia del calcio: "Maradona aveva troppe qualità e possedeva quell'intelligenza che ha pure Messi, era sempre un passo avanti. Non ricordo di averlo visto dal vivo, ma ho visto tutti i video e so tutto di lui. A distinguere Messi dagli altri è la sua mente, perché tutti sanno che ha qualità incredibili con la palla ma è sempre due o tre passi avanti. Tutto il tempo, questo è ciò che lo rende incredibile. La sua mente, la sua intelligenza, sapere dove passare la palla, con il ritmo giusto, con il piede giusto". Chissà se la proposta di Boateng verrà accolta da Leo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche