Ancelotti al Real Madrid, è ufficiale: contratto di tre anni

Calciomercato

Ufficiale: Carlo Ancelotti torna al Real Madrid. L'allenatore, dopo aver risolto il legame con l'Everton (era sotto contratto fino al 2024), ha firmato un triennale da 6 milioni a stagione ed è così pronto alla seconda avventura nella capitale spagnola, dopo aver guidato il Real Madrid dal 2013 al 2015 conquistando la decima Champions League della storia del club nel 2014. "Ho una nuova sfida con una squadra che è sempre stata nel mio cuore", le sue parole congedandosi dall'Everton. Oggi alle 18 la presentazione.

Carlo Ancelotti è il nuovo allenatore del Real Madrid: sottoscritto un contratto triennale da 6 milioni a stagione. Per l'italiano si tratta di un ritorno: Ancelotti ha infatti già guidato il Real tra il 2013 e il 2015 conquistando, nella notte di Lisbona del 24 maggio 2014, la decima Champions League nella storia del club spagnolo (oltre a una Coppa del Re, una Supercoppa Europea e un Mondiale per Club).  La presentazione mercoledì 2 giugno alle ore 18:00.

Il ringraziamento all'Everton

Ancelotti ha voluto ringraziare l'Everton attraverso un messaggio sui propri profili social: "Ringrazio l'Everton, i miei giocatori e i tifosi per avermi dato l'opportunità di dirigere questo fantastico e storico club. Ho deciso di partire perchè ho una nuova sfida con una squadra che è sempre stata nel mio cuore, il Real Madrid. Lascio portando con me tutti i fantastici momenti che abbiamo vissuto insieme e auguro al club e ai fan tutto il meglio"

Come si è arrivati ad Ancelotti

vedi anche

Da Mou a Carletto: è il mercato dei colpi di scena

Tra i nomi valutati dal Real Madrid per prendere il posto di Zidane ci sono stati anche altri due italiani: il primo Massimiliano Allegri, inizialmente individuato come il prescelto per succedere all'allenatore francese, salvo poi accordarsi con la Juventus e dare il via al suo secondo ciclo alla guida del club bianconero. Il secondo è stato Antonio Conte, nei pensieri di Florentino Perez dopo la rescissione del contratto che lo legava all'Inter, club con il quale ha conquistato lo scudetto nella stagione appena conclusa. Un altro nome (pesante per la sua storia) è stato quello di Raul, leggenda del club e attuale allenatore della squadra B del Real Madrid: Florentino Perez non era però convinto di affidare la prima squadra a un allenatore con così poca esperienza e in questo senso vedrebbe positivamente la proposta che Raul ha ricevuto nelle ultime settimane dall'Eintracht Francoforte: un'avventura all'estero potrebbe essere l'ideale per farlo tornare poi in futuro più pronto per sedersi sulla panchina del Real Madrid. Un'altra possibile candidatura quella di Mauricio Pochettino, legato da un contratto con il PSG fino al 30 giugno 2022, ma ancora non sicuro della conferma alla guida del club francese dopo aver perso la Ligue 1 al fotofinish nel duello con il Lille. Fino alla svolta delle ultime ore e alla scelta di scommettere sul ritorno di Carlo Ancelotti.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport