Roma-Mancini, primo incontro per il rinnovo del contratto: le news di calciomercato

calciomercato
©LaPresse

Al tavolo Giuseppe Riso, agente del difensore, e il direttore generale giallorosso Tiago Pinto: il contratto di Mancini scadrà a giugno del 2024 e il club vuole offrirgli un ingaggio da big, vicino ai 3 milioni di euro a stagione, e il prolungamento del contratto fino al 2026.  Dopo il rinnovo di Lorenzo Pellegrini, il difensore rappresenta la priorità per la Roma

ARBITRI 8^ GIORNATA, JUVE-ROMA A ORSATO

La Roma ha avviato il percorso per prolungare il contratto di Gianluca Mancini, in scadenza il 30 giugno 2024. Nella giornata di mercoledì è andato in scena il primo incontro tra Giuseppe Riso, agente del difensore, e il direttore generale giallorosso Tiago Pinto. Sul piatto l'adeguamento e il prolungamento contrattuale del centrale 25enne. L'incontro, interlocutorio, ha avuto esito positivo: la Roma non ha infatti fretta di definire la trattativa e c'è volontà comune di proseguire insieme a lungo.

Dopo Pellegrini, priorità a Mancini

approfondimento

Il rinnovo di Pellegrini: cuore e ragione

Dopo aver ufficializzato il rinnovo fino al 2026 di Lorenzo Pellegrini, il prossimo obiettivo della Roma è consolidare il rapoorto con Mancini, nel giro anche della nazionale azzurra. Il contratto del difensore ex Perugia e Atalanta sarà adeguato al livello dei big: il suo ingaggio salirà fino a 3 milioni di euro a stagione, con estensione del legame fino al 2026. Mancini resta la priorità in fatto di rinnovi nella lista di Tiago Pinto, seguito da Cristante, Veretout e Zaniolo, e la dirigenza giallorossa tornerà ad aggiornarsi con l'entourage del difensore nelle prossime settimane.

I numeri di Mancini con la Roma

approfondimento

Mou e la Juve: storia di rivalità e provocazioni

A Roma dall'estate 2019, Mancini in stagione non ha saltato ancora un minuto: Mourinho lo ha impiegato da titolare in 10 occasioni su 10 partite tra Serie A, Europa League e Conference League. In giallorosso il difensore nato a Pontedera il 17 aprile 1996 ha messo insieme in poco più di due stagioni 92 presenze in tutte le competizioni, con 7 reti e 2 assist. Ora il club vuole puntare sempre più su di lui, con sguardo rivolto al 2026.