Atalanta, il sogno è Azmoun: c'è distanza, operazione complicata. Le news di calciomercato

Calciomercato

Dopo Boga, i nerazzurri cercano un centravanti puro: il sogno è Azmoun, classe 1995 in scadenza con lo Zenit. Operazione molto difficile: c'è troppa distanza tra le richieste del giocatore e il tetto ingaggi del club

IL MILAN PENSA A DIALLO DEL PSG

Jeremie Boga è stato il primo colpo di mercato, ma l'Atalanta non si ferma qui e resta vigile alla ricerca di nuova occasioni per rinforzare la rosa a disposizione di Gian Piero Gasperini. Dopo l'acquisto dell'ivoriano dal Sassuolo, ora la società nerazzurra sta lavorando per aggiungere alla rosa un nuovo attaccante, un centravanti puro da affiancare a Duvàn Zapata. E l'ultima tentazione è Sardar Azmoun, classe 1995 di proprietà dello Zenit San Pietroburgo e in scadenza a giugno con il club russo. L'iraniano piace molto all'Atalanta, ma l'operazione resta complicata per questioni soprattutto economiche. Azmoun, infatti, ha offerte da circa 3.5 milioni a stagione, mentre i nerazzurri arrivano a un tetto massimo di 1.8/2 milioni. Si tratta di un profilo su cui l'Atalanta potrebbe anche insistere, ma la distanza tra le parti è importante, forse addirittura incolmabile. L'iraniano resta quindi una tentazione, il vero sogno proibito del calciomercato nerazzurro ma, allo stesso tempo, un colpo di mercato difficile da chiudere.

Chi è Sardar Azmoun

calciomercato

L'Atalanta si fa il regalo di Natale: arriva Boga

Il classe 1995 dello Zenit è in cima alla lista dei desideri dell'Atalanta, che nei mesi precedenti è andata addirittura a seguirlo dal vivo. Il giocatore piace, ha acquisito una dimensione internazionale che innalzerebbe certamente il livello d'esperienza e di qualità dell'attacco nerazzurro. E Azmoun sembra essere anche pronto per il grande salto nel calcio europeo, dopo le numerosi stagioni vissute in Russia. Cresciuto calcisticamente in Iran, è arrivato a 17 anni nelle giovanili del Rubin Kazan. A 18 anni l'esordio in prima squadra in Europa League e il primo gol, nella stessa competizione, alla seconda presenza contro il Molde. Per lui due anni importanti con 32 presenze e 7 gol totali, prima del prestito al Rostov. Qui matura calcisticamente, realizzando 25 reti in tre stagioni, riconquistandosi il Rubin Kazan da protagonista. Le successive due annate da titolare gli permettono di fare il grande salto allo Zenit, dove arriva nel mercato invernale del 2019. In quasi 3 anni ha già segnato 61 gol con il club russo in appena 98 partite, numeri importanti per la definitiva consacrazione. Conditi, tra l'altro, da 3 campionati vinti, 1 Coppa e due Supercoppe di Russia, oltre a un titolo di capocannoniere e a uno di miglior giocatore. A 26 anni, inoltre, ha già collezionato 60 presenze e 39 reti con la nazionale iraniana, da cui si era addirittura ritirato dopo il Mondiale del 2018 a causa delle eccessive critiche ricevute, salvo poi ripensarci e ritornare regolarmente a rispondere alle convocazioni.

Sardar Azmoun con la maglia dello Zenit