Milan, il presidente del Lille: "Botman non parte a gennaio, resta con noi fino a giugno"

DALLA FRANCIA
©IPA/Fotogramma

In cima alla lista dei desideri del Milan come rinforzo della difesa, Sven Botman resterà al Lille fino al termine della stagione. Almeno questo è quello che ha fatto sapere il presidente del club francese, Olivier Létang

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

Il Milan entro la fine della sessione invernale di calciomercato vuole chiudere per l'arrivo di un difensore. La dirigenza rossonera - viste le emergenze in difesa - starebbe valutando se anticipare già a gennaio il grande investimento difensivo previsto per giugno e in tal senso il nome caldo di questi giorni è quello di Sven Botman, il gigante olandese di proprietà del Lille. Se la trattativa, però, era già complicata in partenza (il costo del cartellino è alto, circa 35 milioni di euro), la pista rischia di raffreddarsi definitivamente dopo le parole del presidente del club francese, Olivier Létang. In occasione della presentazione del nuovo acquisto, Edon Zeghrova, il presidente del club francese ha anche risposto alle domande relative alla possibile partenza di Botman. Un'eventualità che Letang ha scartato: "Siamo già stati sollecitati l'estate scorsa per Sven ed eravamo stati chiari nel dire che abbiamo bisogno di lui questa stagione. Avevamo un percorso da fare in Champions League e siamo riusciti a chiudere al primo posto nel nostro girone. Abbiamo grandi obiettivi per questo finale di stagione, quindi Sven resterà con noi per aiutarci a raggiungerli". 

Gli altri obiettivi del Milan per la difesa

leggi anche

Tomori operato per lesione a menisco: fuori 1 mese

Qualora la pista Botman si dovesse congelare definitivamente almeno fino all'estate, il Milan si concentrerebbe sulle altre piste studiate. Per quel che riguarda l'eventuale investimento da fare ora, l'altro nome che piace tanto al club rossonero è Bremer del Torino. Se invece il Milan decidesse di prendere un difensore in prestito, i nomi sono quelli di Abdou Diallo (per cui però al momento il Psg non sembra aperto alla cessione con quella formula) ed Eric Bailly del Manchester United. Quest'ultima - a oggi - sembrerebbe la pista più praticabile, dal momento che sia il club inglese sia il giocatore ivoriano avrebbero espresso il loro gradimento per la destinazione e per la formula dell'eventuale trasferimento. A inizio della prossima settimana, la situazione sarà ancora più chiara.