Lewandowski vuole il Barcellona, Bayern pronto alla cessione. Le news di calciomercato

Calciomercato
©IPA/Fotogramma

Arrivano  conferme da SkyDe sul futuro di Lewandowski: il centravanti polacco ha parlato con il Bayern e rifiutato il rinnovo. Starebbe spingendo per andare al Barcellona. Il club tedesco per non perderlo a zero nell'estate del 2023 starebbe seriamente pensando di cederlo subito senza che vada via alla scadenza del contratto

E C'E' CHI SI SVINCOLA NEL 2022: TANTI I BIG DEL CALCIO EUROPEO

Robert Lewandowski vuole lasciare il Bayern Monaco nell'estate del 2022. Lo confermano i colleghi di SkyDe, spiegando che il centravanti polacco starebbe spingendo per cambiare squadra e andare al Barcellona, club che lo segue con attenzione da mesi. Il ds del Bayern Hasan Salihamizdic aveva detto che il club non sarebbe stato disposto a lasciar partire il centravanti ma Lewandowski ha parlato con il Bayern e rifiutato il rinnovo del suo contratto, in scadenza nel 2023. Un dato che comporterebbe il suo addio a parametro zero tra poco più di un anno. Per questo i bavaresi stanno pensando di cederlo già in quest'estate.

I numeri di Lewandowski con il Bayern

approfondimento

Scarpa d'oro: Lewandowski 1°, Lautaro in top 10

Lewandowski, che compirà 34 anni il prossimo 21 agosto, potrebbe così lasciare Monaco di Baviera a otto stagioni dal suo arrivo, risalente al 2014 dal Borussia Dortmund. Solo nella prima annata con il Bayern l'attaccante non aveva raggiunto i 40 gol stagionali. Nelle altre, invece, aveva sempre superato questa soglia, totalizzando 343 gol in 373 partite. Una continuità di rendimento che ha aiutato i tedeschi a collezionare otto titoli di Germania, oltre alla Champions League 2019/2020, la Supercoppa europea e il Mondiale per club. In stagione Lewandowski con una tripletta al Salisburgo negli ottavi di finale di Champions League si è tolto la soddisfazione di battere un altro primato. È infatti il più rapido marcatore di sempre nella competizione. Battuto il record che Marco Simone deteneva dal 1996, quando aveva segnato tre gol in 24 minuti nel corso di Milan-Rosenborg. Quella sera il centravanti di Varsavia aveva anche toccato quota 85 gol in Champions (diventati poi 86 con la rete al Villarreal nei quarti), diventando il giocatore più veloce a raggiungere questa cifra. Gli sono bastate 104 partite, tre in meno delle 107 di Messi.