De Zerbi lascia lo Shakhtar Donetsk: risolto il contratto

Calciomercato

Si è ufficialmente conclusa l'avventura dell'allenatore italiano con il club ucraino: risolto il contratto inizialmente valido fino al 2023. Adesso è libero di poter scegliere la sua prossima squadra

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

Roberto De Zerbi non è più l’allenatore dello Shakhtar Donetsk. L’allenatore italiano ha risolto ufficialmente il contratto – inizialmente valido fino al 2023 – che lo legava al club ucraino e adesso è libero di poter scegliere la sua prossima panchina, anche se non è da escludere che possa decidere di rimanere fermo un anno. Avventura sfortunata, per cause di forza maggiore, quella dell’allenatore italiano: arrivato allo Shakhtar Donetsk lo scorso maggio dopo la bella esperienza al Sassuolo, De Zerbi ha vissuto da vicino lo scoppio della guerra in Ucraina. Nonostante i primi segnali di grande pericolo, l’allenatore è rimasto al fianco della sua squadra fino all’ultimo prima di far ritorno in Italia dopo essere rimasto bloccato per giorni in un albergo a Kiev. La sua ultima partita sulla panchina dello Shakhtar Donetsk è stata l’amichevole contro l’Hajduk Spalato dello scorso maggio.

Nei mesi scorsi ha ricevuto il Premio Bearzot

leggi anche

De Zerbi: "Premio Bearzot? Ho fatto cosa normale"

Sempre a maggio, a Roberto De Zerbi è stato consegnato il Premio Bearzot nella cerimonia che si è tenta al Salone d’Onore del CONI: un riconoscimento conseguito per le qualità in panchina, ma anche per il valore umano mostrato durante le prime difficilissime settimane dello scoppio della guerra, quando nonostante i pericoli è rimasto fino all’ultimo al fianco dei suo giocati dello Shakhtar Donetsk.