Juve, Arrivabene: "Bremer soffiato all'Inter? È il mercato". Le news di calciomercato

Calciomercato

L'amministratore delegato bianconero torna sull'arrivo del difensore brasiliano: "Se lo abbiamo soffiato all'Inter? Nel mercato ogni squadra fa quello che deve fare". Col tesoretto di De Ligt si punta a rinforzare anche l'attacco: Morata è il preferito di Allegri

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

"Bremer soffiato all'Inter? Ma non è questione di soffiare, il mercato è aperto e ogni squadra fa quello che deve fare. Novità su Morata? Nessuna", ha parlato così l'amministratore delegato della Juventus Maurizio Arrivabene all'uscita dall'assemblea della Lega Serie A. Il dirigente bianconero è tornato dunque sul colpo di mercato in difesa, con Bremer "strappato" all’Inter al termine di un duello testa a testa che alla fine ha visto la Juventus chiudere l’operazione con il Torino dietro il pagamento di 41 milioni di euro più 8 di bonus. Per il brasiliano, invece, contratto fino al 2027 da sei milioni di euro a stagione bonus inclusi. Cifre sicuramente importanti che testimoniano la volontà della Juve di portare il giocatore nella rosa di Allegri dopo la partenza di De Ligt al Bayern Monaco.

Obiettivo attacco: Morata è la prima scelta

leggi anche

La Juve in volo verso gli USA: sono assenti in 7

Il mercato della Juve – che ha già fatto registrare i colpi Pogba e Di Maria, entrambi a parametro ero – non si fermerà però a Bremer. Con la parte restante del tesoretto derivante dalla cessione di De Ligt (67 milioni più dieci di bonus), i bianconeri sono intenzionati a rinforzare l’attacco. Per il reparto il nome preferito da Max Allegri è quello di Alvaro Morata: l’attaccante spagnolo ha fatto rientro all’Atletico Madrid dopo il mancato riscatto da parte dei bianconeri, che hanno deciso di non acquistare il cartellino a 35 milioni (dopo i 20 già versati per il prestito biennale). Discorso diverso a cifre più basse, 20 milioni circa, e su questa base sono ripartiti i contatti con l’Atletico Madrid. Morata conosce l’ambiente e piace anche per la duttilità tattica, proprio per questo è la prima scelta di Allegri. Sullo sfondo restano Nicolò Zaniolo della Roma e Domenico Berardi del Sassuolo, opzioni che potrebbero tornare di moda nel corso dell'estate.