Caricamento in corso...
09 luglio 2017

Wayne Rooney-Everton, il ritorno è ufficiale: "Si può vincere"

print-icon

Ufficiale il ritorno di Wayne Rooney all’Everton, l’attaccante inglese ha firmato un contratto biennale: "Non avrei potuto giocare per nessun’altra squadra in Premier”. Il club: "E' tornato nella società che ha sostenuto e amato tutta la vita"

Calciomercato L'Originale, dal lunedì al venerdì alle 23 su Sky Sport 3

TUTTE LE TRATTATIVE DI OGGI

A volte ritornano, in questo caso a distanza di 13 anni: perché Wayne Rooney è ufficialmente un nuovo giocatore dell’Everton. Dopo avert trovato l’accordo nei giorni scorsi e aver svolto le visite mediche di rito nel centro sportivo dei Toffees nella giornata di sabato, l’attaccante inglese ha firmato un nuovo contratto biennale con il club che lo ha fatto esordire appena 16enne in Premier League: "Il 31enne ha firmato un accordo di due anni con i Toffees, tornando nel club che ha sostenuto e amato tutta la vita, dove era giunto a nove anni, prima di crescere attraverso le giovanili e di diventare una stella della prima squadra dal 2002 al 2004", recita la nota ufficiale diramata dall’Everton. Un ritorno al passato per Rooney, che andrà a raccogliere l’eredità di Romelu Lukaku, attaccante belga che ha compiuto il percorso inverso: accordo totale con il Manchester United e affare da 75 milioni di sterline (85 milioni di euro circa) che si concretizzerà solo dopo le visite mediche con i Red Devils. "Nessun dubbio sul fatto che le sue qualità siano intatte. Ama l'Everton e sa come si vince: è perfetto", le parole di benvenuto a Rooney di Ronald Koeman, suo nuovo allenatore.

Rooney: "Via dallo United? Solo Everton, parola mantenuta"

Tanta gioia nelle parole di Wayne Rooney, che subito dopo la firma ha parlato da nuovo giocatore de Toffees: "Vincere trofei con l’Everton rappresenterebbe l’apice. Sento davvero che il club si sta muovendo nella giusta direzione prendendo giocatori importanti. Io voglio essere parte di tutto questo ed avere successo con questa squadra. Provo una grande sensazione nel tornare, sono eccitato e non vedo l’ora di incontrare i miei nuovi compagni. Sono felicissimo, sono impaziente di tornare in campo. Sono in un club che vuole vincere e stiamo facendo enormi passi in avanti. Ho sempre detto che se avessi lasciato il Manchester United sarei andato solo all’Everton. Non avrei giocato per un’altra squadra di Premier League. Ho mantenuto la mia parola ed anche al mio agente avevo spiegato che volevo solo tornare qui", le parole dell'attaccante inglese.